Notizie - FELSA

May31

Francesca Piscione segretaria nazionale delle FELSA CISL

Categoria: Notizie - Categorie, Notizie - FELSA

Francesca Piscione segretaria nazionale delle FELSA CISL

Mercatone Uno, al via la svendita speciale e il lavoro è sempre più a rischio

Si e' concluso ieri a Milano il II CONGRESSO Nazionale della Felsa Cisl, che ha eletto la nuova Segreteria. Una squadra tutta "giovane" con alla guida Mattia Pirulli, Segretario Generale che sarà affiancato dal riconfermato  Daniel Zanda della Felsa Lombardia e dai nuovi eletti Luca Barila' della Felsa Campania e da Francesca Piscione della Felsa AbruzzoMolise.

Francesca si avvicina alla Felsa Cisl attraverso l’attività di formazione fino ad essere coordinatrice di Pescara e responsabile sportello della Bilateralità

“È un grande riconoscimento per le nostre regioni. A Roma porto il mio bagaglio di esperienze vissute in un territorio così colpito dalla piaga della disoccupazione giovanile. Dobbiamo rivolgerci ai giovani supportarli e orientarli in un mondo del lavoro in continua evoluzione e aiutarli a riscoprire gli ideali”, ha affermato la neo Segretaria Nazionale al termine dei lavori Congressuali-.

La Felsa, rappresenta insieme un progetto e una sfida, quella di aggregare e incontrare i lavoratori nei luoghi di lavoro, offrendo identità sindacale e professionale, tutele contrattuali e servizi. La realtà attuale mette a dura prova il lavoro atipico, in tutte le sue forme. Nella Felsa trovano spazio lavoratori con tipologie contrattuali diverse. La prima attenzione delle Federazione della CISL è sempre rivolta ai più esposti, ai più bisognosi di tutela.

“Sono questi i soggetti a cui pensiamo quando costruiamo, contratto dopo contratto, convenzione dopo convenzione, un vero e proprio welfare contrattuale, che esiste e produce accordi e tutele, che troppo spesso non trovano la giusta eco all’interno dell’informazione sul lavoro in questo paese”, - ha sottolineato la Piscione.

La flessibilità del lavoro è un fattore imprescindibile di qualsiasi mercato del lavoro moderno, che tuttavia assume declinazioni diverse. La sfida che la Felsa lancia, stando sempre all’interno del mondo Cisl, deriva da una scelta di campo: la volontà è di aggregare, oltre che i lavoratori in somministrazione, anche le associazioni professionali. Questa Federazione, che può contare su oltre 50 mila iscritti, sono impiegati come quadri, operatori e dirigenti molti giovani, donne e uomini provenienti dai mondi associati, molti under 30, diplomati, alcuni laureati “freschi” di Università.

 

 

Mar30

Fabio Benintendi confermato Segretario Generale della FeLSA Cisl AbruzzoMolise

Categoria: Notizie - FELSA

Fabio Benintendi  confermato Segretario Generale della FeLSA Cisl AbruzzoMolise

Mercatone Uno, al via la svendita speciale e il lavoro è sempre più a rischio

Si è svolto oggi a Pescara il II Congresso della Felsa Cisl AbruzzoMolise che ha visto la riconferma di Fabio Benintendi come Segretario Generale, alla presenza del Segretario Nazionale Felsa Cisl Mattia Pirulli  e del Segretario USI AbruzzoMolise Umberto Coccia.

 

“Il nostro immediato futuro sarà sicuramente caratterizzato da un fondamentale rinnovo contrattuale (CCNL Somministrazione), da importanti cambiamenti del mondo degli autonomi(cd Direttiva Bolkestein),dall’impegno a costruire una vera e propria azione contrattuale a favore della categoria dei collaboratori, da cambiamenti organizzativi (Federazione Italiana Sindacati terziario), ma spero possa contraddistinguersi soprattutto per il pieno coinvolgimento di gran parte dei presenti nei percorsi che saremo in grado di creare con le persone con cui entriamo in contatto” sottolinea Fabio Benintendi nella sua relazione introduttiva.

 

Forte infatti la presenza registrata da parte dei lavoratori somministrati, autonomi e provenienti dal mondo delle collaborazioni che hanno attivamente presso parte al dibattito congressuale mostrando entusiasmo, interesse e voglia di essere protagonisti dei cambiamenti che stanno palesemente investendo il mercato del lavoro .

 

“Creare tutele che siano di supporto ai lavoratori nei periodi di lavoro e non, affinando lo strumento della bilateralità come patrimonio dell’intero sistema della somministrazione, rafforzare i contratti a tempo indeterminato, limitare il fenomeno delle missioni brevi e reiterate nei contratti a tempo determinato,  rafforzare le rappresentanze sindacali e realizzare l’accompagnamento al lavoro attraverso l’istituzione di specifici sportelli rappresentano le principali sfide che vedono in prima la  Felsa ” sottolinea esaustivamente nelle sue conclusioni il Segretario Nazionale Mattia Pirulli.

 

L’impegno della Felsa Abruzzo Molise pertanto prosegue nell’ottica di non subire il cambiamento ma di governarlo,  dando risposte, tutele e rappresentanza a categorie diverse di persone con tipologie di lavoro “non standard” che chiedono di essere riconosciute nella loro dignità di lavoratori.

 

 

Dec12

FIST CISL ABRUZZO/MOLISE, AL VIA IL PERCORSO DI COSTITUZIONE DEI LIVELLI REGIONALI DELLA FIST

Categoria: Notizie - FELSA

FIST CISL ABRUZZO/MOLISE, AL VIA IL PERCORSO DI COSTITUZIONE DEI LIVELLI REGIONALI DELLA FIST

Mercatone Uno, al via la svendita speciale e il lavoro è sempre più a rischio

Prosegue il percorso di costituzione dei livelli regionali della Fist Cisl, la federazione dei sindacati del terziario nata nel 2014 dalla sinergia delle categorie cisline Fisascat Cisl e Felsa Cisl, rispettivamente rappresentative dei lavoratori del commercio, turismo e servizi e dei lavoratori autonomi, atipici e somministrati. Oggi i consigli generali delle federazioni interregionali Fisascat Cisl e Felsa Cisl Abruzzo/Molise hanno deliberato a Pescara di dare vita alla nuova Fist Cisl Abruzzo/Molise, forti di una solida base associativa che complessivamente conta oltre 8mila iscritti. «La costituzione della nuova Fist Cisl Abruzzo/Molise rappresenta una opportunità per consolidare ulteriormente la rappresentanza del nuovo sindacato del terziario, comparto che in queste due regioni ha dimostrato di avere una maggiore capacità di resistenza nelle fasi cicliche negative del mercato rispetto agli altri settori» ha dichiarato il segretario generale della Fisascat Abruzzo Molise Leonardo Piccinno. «I dati sul mercato del lavoro parlano chiaro; nei primi sei mesi del 2016 è proseguita la dinamica favorevole dell’occupazione con un +1,6% in Abruzzo e un +4,4% in Molise» ha aggiunto il sindacalista. «La sfida della Fist Cisl sarà dunque quella di intercettare le nuove forze lavoro con l’obiettivo di garantire diritti e tutele contrattuali indistintamente dalla tipologia del rapporto di lavoro» ha concluso Piccinno. Una sfida accolta pienamente dalla Felsa Cisl Abruzzo/Molise. «Con la realizzazione del progetto di costituzione della Fist Cisl Abruzzo/Molise ci assumiamo una grande responsabilità, quella di tutelare il lavoro dipendente, autonomo, atipico e somministrato nel comparto dei servizi, destinato ad assumere un ruolo crescente nella nostra economia» ha dichiarato il segretario generale della categoria cislina Fabio Benintendi. Alla riunione dei direttivi regionali ha presenziato il segretario organizzativo nazionale della Fist Cisl Rosetta Raso insieme al collega di segreteria Ivan Guizzardi. «Anche in Abruzzo e in Molise la nuova Fist Cisl nasce con l'obiettivo di supportare il processo di terziarizzazione dell’economia, in linea con le differenti dinamiche regionali» ha dichiarato Raso. «La nuova Fist Cisl interregionale risponde all’esigenza di contrastare la crescente precarietà che ha colpito prevalentemente i giovani e le donne, soprattutto se consideriamo che la quota dei contratti di lavoro subordinati si è ridotta in queste regioni da un terzo a un quarto, complice anche il ridimensionamento della decontribuzione sulle assunzioni a tempo indeterminato» ha concluso la sindacalista commentando i dati dell’Osservatorio sul precariato diffusi dall’Inps. Sale così a quota diciotto il numero delle federazioni regionali Fist Cisl ad oggi costituite. Dopo il Veneto, l’Emilia Romagna, la Toscana, la Liguria, il Lazio, la Calabria, il Piemonte, la Lombardia, la Sardegna, il Friuli Venezia Giulia, l’Umbria, la Sicilia, le Marche, la Valle D’Aosta, il Trentino Alto Adige, la Campania, l'Abruzzo e il Molise, il percorso istitutivo dei livelli regionali Fist Cisl proseguirà nei prossimi giorni in Puglia e in Basilicata. Ufficio Stampa FIST CISL Nazionale

 

Ago03

Sportello Regionale della Bilateralità

Categoria: Notizie - FELSA

Sportello Regionale della Bilateralità

Mercatone Uno, al via la svendita speciale e il lavoro è sempre più a rischio

 

Come previsto dall'ultimo CCNL dei Lavoratori in Somministrazione dipendenti delle Agenzie per il lavoro è demandata anche alle OO.SS. la gestione delle pratiche Ebitemp.

 

Le prestazioni spaziano dal rimborso delle spese mediche specialistiche (ad es. esami di laboratorio, radiografie, esami di diagnostica) ed odontoiatriche sostenute per sè e per i propri familiari a carico fino a sussidi per la maternità e l'asilo nido per le lavoratrici. Sono inoltre previsti una indennità di infortunio e una misura di sostegno al reddito una tantum in caso di disoccupazione.

 

Sono riservate a lavoratori in missione a tempo determinato e/o indeterminato o che hanno da poco risolto un contratto di lavoro con una Agenzia per il Lavoro: è pertanto molto importante verificare i
requisiti di accesso e rispettare i termini di decadenza per la richiesta dei benefici.

 

Siamo a disposizione  come FeLSA Cisl Abruzzo Molise per dare tutte le informazioni e per supportare i lavoratori per l'inoltro delle domande presso il nostro SPORTELLO REGIONALE a Pescara in Corso Vittorio Emanuele II 50 (II piano)ogni MARTEDI' POMERIGGIO dalle h 16.00 alle 19.00 tel 3938649722

Lug16

Mercatone Uno, al via la svendita speciale e il lavoro è sempre più a rischio

Categoria: Notizie - FELSA

Mercatone Uno, al via la svendita speciale e il lavoro è sempre più a rischio

Mercatone Uno, al via la svendita speciale e il lavoro è sempre più a rischio

Si fa sempre più incerto il futuro dei lavoratori del Mercatone Uno di Sambuceto, che come i colleghi di altri 33 negozi in tutta Italia (in Abruzzo Pineto e Colonnella), da domani (sabato 21 marzo) assisteranno all’avvio della svendita speciale, autorizzata dalla sezione fallimentare del tribunale di Bologna.

In Abruzzo la vertenza riguarda 130 lavoratori in 3 punti vendita e Leonardo Piccinno, segretario generale Fisascat Abruzzo Molise, e Fabio Benintendi, segretario generale Felsa Abruzzo Molise, tornano a lanciare l’allarme.

La svendita al via domani durerà fino a domenica 26 aprile: formalmente riguarderebbe merce “a bassa rotazione” e secondo la direzione aziendale di Mercatone Business avrebbe l’obiettivo di incrementare le vendite nei punti che hanno subito un crollo del 40%. Tuttavia, essendo i negozi interessati dalla svendita speciale quelli con più criticità, i sindacati temono che questi non vengano “ricompresi nel perimetro oggetto dell’interessamento dei potenziali acquirenti con cui Mercatone Business srl sta da tempo interloquendo”. E il segretario nazionale Fisascat Vincenzo Dell'Orefice lancia un appello: “Occorrerà ragionare sui possibili scenari occupazionali e sulle garanzie previste dall’ordinamento in materia di ammortizzatori sociali attivabili”.



Potrebbe interessarti: http://www.chietitoday.it/cronaca/mercatone-uno-inizia-vendita-speciale.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/ChietiToday/252983314738998

La CISL AbruzzoMolise si sta adeguando al Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto