“SPORTELLO LAVORO & WELFARE”. Un’opportunità per garantire ai lavoratori un lavoro sicuro, regolare, stabile e professionale

“SPORTELLO LAVORO & WELFARE”.                            Un’opportunità per garantire ai lavoratori  un lavoro sicuro, regolare, stabile e professionale

Occupazione, precarietà, welfare, politiche attive, questi sono alcuni dei temi che nei prossimi mesi dovranno essere messi al centro dell’azione sindacale della Cisl Abruzzo Molise, tenendo conto degli oltre 300mila disoccupati iscritti ai Centri per l’Impiego, del tasso di disoccupazione giovanile (15-29 anni) pari al 25,3% (Abruzzo) e 40,7% (Molise) e di un mercato del lavoro in cui c’è un utilizzo selvaggio dei contratti a termine (nell’ultimo anno pari al 82,34%). In quest’ultimo, infatti, capita di frequente di  lavorare in nero, dover cambiare spesso lavoro, trovare un lavoro precario (piuttosto che stabile), trovare un lavoro stabile solo se si hanno alte competenze professionali.

Proprio di questo si è parlato nel corso di una riunione che si è svolta nei giorni scorsi, nella sede della Cisl Abruzzo Molise, alla quale hanno partecipato, oltre ad Antonio Scuteri, Segretario Interregionale, Paolo Carraro, dirigente della Cisl Nazionale, i Segretari delle Categorie, i Responsabili delle Cisl territoriali, i Presidenti degli Enti, delle Associazioni e delle Società di servizi della Cisl.

In tale occasione è emersa la necessità di governare la flessibilità del mondo del lavoro, al fine di contrastare l’espulsione dei lavoratori dal mercato del lavoro e favorire il loro inserimento o reinserimento attraverso la costruzione di politiche attive in grado di assicurare un utilizzo virtuoso:

  • degli ammortizzatori sociali, tali da garantire ai lavoratori, anche nei periodi di formazione (durante l’inattività lavorativa), il salario pieno;
  • della formazione, mirata all’occupazione, attraverso l’aggiornamento professionale continuo e/o la creazione di nuove professionalità;
  • del collocamento, per un più efficace servizio di incontro tra domanda e offerta di lavoro, attraverso una rete di collocamento pubblico (Centri per l’impiego) e privato (soggetti accreditati), che veda il coinvolgimento delle Regioni, dei Comuni, delle Scuole, delle Università, degli Enti Bilaterali, di Patronato (INAS) e di Formazione (IAL) e, soprattutto, della CISL.

In tale direzione si è stabilito, tra l’altro, di lavorare fianco a fianco e in sinergia con la Cisl Nazionale a uno dei progetti più ambiziosi che riguardano la nostra Organizzazione: la costituzione delloSportello Lavoro & Welfare”.

Lo scopo è quello di fornire in tutte le nostre sedi Cisl, informazioni sui servizi ed orientamento a chi è alla ricerca di un lavoro (prima occupazione, nuova occupazione, nuova condizione professionale). Ciò, attraverso il supporto dell’assegno individuale di ricollocazione, una rete per il lavoro e la creazione di una banca dati.

Lo Sportello sarà utile anche per agevolare l’accesso al welfare locale pubblico, alle prestazioni e servizi offerti dall’ “universo” Cisl e dagli Enti Bilaterali.

Tutto ciò sarà fondamentale per garantire ai lavoratori un lavoro sicuro, regolare, stabile e professionale nonché utile per tenere la politica fuori dal mercato del lavoro privato.

E’ stata la partenza di un percorso che andrà avanti nei prossimi giorni con un gruppo di coordinamento permanente (che vedrà la presenza di tutti i dirigenti della Cisl) e con un nuovo incontro durante il quale si entrerà maggiormente nel merito della questione.

 

IL SEGRETARIO INTERREGIONALE

          Antonio Scuteri

Condividi su...

Labor TV

La CISL AbruzzoMolise si sta adeguando al Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto