Master management tecnico-amministrativo post-catastrofe degli enti locali

Master management tecnico-amministrativo post-catastrofe degli enti locali

Il progetto Territori Aperti nato da un finanziamento dei lavoratori iscritti a CGIL, CISL e UIL e condiviso con il Comune dell’aquila e l’Università degli studi dell’Aquila. Un centro interdisciplinare di documentazione, formazione e ricerca, che si porrà come nodo promotore di una rete internazionale di competenze su tutti gli aspetti della prevenzione e della gestione dei disastri naturali, nonché dei processi di ricostruzione e sviluppo delle aree colpite.

Il Progetto Territori Aperti realizza tante attività di ricerca, formazione e gestione,  ed ha stanziato una parte delle risorse per il Master di I livello destinato a studenti universitari e dipendenti di amministrazioni di Comuni o altri enti locali, impegnati nella prevenzione delle calamità naturali e nella gestione tecnico-amministrativa dei loro effetti.

Si intende così favorire la formazione di competenze degli operatori in ambito tecnico, giuridico-amministrativo ed economico per prevenire e fronteggiare un evento catastrofico, per gestire l’emergenza e i processi di pianificazione, ricostruzione e rivitalizzazione dei territori colpiti, in particolare se caratterizzati da frammentazione insediativa, esposizione a rischi naturali, fragilità socio-economiche, valori ambientali e urbanistico-architettonici da preservare.

 

Il Master prevede tre edizioni, una per ogni anno di progetto.

Il Master nasce nell’ambito del Progetto “Territori Aperti” e riguarda il Management tecnico-amministrativo post-catastrofe negli enti locali. È destinato a dipendenti e amministratori pubblici e a liberi professionisti ed è interamente finanziato dal Progetto “Territori Aperti”. Si riservano 15 posti ai dipendenti ed amministratori di enti locali dei Comuni appartenenti al Cratere sismico 2009 Abruzzo e al Cratere sismico 2016/2017. Il Master intende sviluppare  la formazione di competenze tecniche e giuridico-amministrative per la buona gestione, anche in rete, dell’emergenza e dei processi di pianificazione, la gestione, ricostruzione e rigenerazione dei territori esposti al rischio di calamità naturali e ad altre forme di fragilità, come il processo di impoverimento economico-sociale che caratterizza le aree interne.


Principali temi del percorso formativo

  • Pianificazione e gestione dell’emergenza
  • Progettazione e realizzazione di soluzioni tecnico-costruttive d’emergenza e temporanee
  • Organizzazione degli uffici e delle competenze
  • Informatizzazione dei processi di ricostruzione
  • Creazione e gestione dei sistemi informativi territoriali
  • Aspetti giuridico-amministrativi dell’emergenza e della ricostruzione
  • Economia della ricostruzione e della ripresa
  • Contrasto dell’abbandono e questioni psico-sociali
  • Comunicazione e partecipazione in fase di emergenza
  • Forme di coesione territoriale
  • Protezione civile

Organizzazione della didattica

 

Il Master annuale di 1° livello si sviluppa con lezioni frontali e in e-learning(formazione a distanza con la piattaforma Moodle dell’Università dell’Aquila), attività seminarialilaboratori per un totale di 48,5 CFU e 388 ore, con attività di tirocinio per 5 CFU e 125 ore totali, e la prova scritta finale per 6,5 CFU e 162,5 ore totali. Complessivamente il Master prevede un impegno di 1.500 ore per 60 CFU.

 


Tirocinio

 

Il tirocinio sarà svolto presso le strutture convenzionate con l’Università dell’Aquila, come gli enti locali, gli Uffici speciali della ricostruzione del Cratere 2009 e del Cratere 2016-2017, o presso le strutture segnalate dagli studenti (previo accertamento di idoneità da parte della Direzione didattica), o in altre amministrazioni pubbliche italiane.

 


A chi è rivolto?

 

Il Master è rivolto a professionisti, dipendenti e amministratori degli enti pubblici interessati a seguire un percorso formativo sulla gestione delle attività tecniche ed amministrative negli enti locali per la prevenzione delle calamità naturali, la gestione dell’emergenza e la ricostruzione post-catastrofe. Le figure professionali formate avranno la capacità di progettare e analizzare i quadri conoscitivi di base per la pianificazione e la programmazione pre- e post-catastrofe, saranno in grado di affrontare le procedure per l’emergenza e per la ricostruzione degli edifici, dell’assetto urbanistico e del contesto socio-economico. Saranno in grado di utilizzare la normativa sulle catastrofi, di definire le competenze necessarie nella fase di ricostruzione, di strutturare un ufficio di disaster management.

 


Gli sbocchi occupazionali

 

Il Master fornisce competenze utili per l’inserimento o l’avanzamento di carriera nelle Pubbliche amministrazioni, negli  enti locali e negli Uffici speciali che si trovano a gestire emergenze e interventi pre- e post-disastro. Inoltre permette la formazione di nuove figure professionali da impiegare a supporto degli enti pubblici.

 


Chi può iscriversi?

 

Chiunque sia in possesso di una laurea triennale o magistrale o specialistica nelle aree di ingegneria, architettura, economia, amministrazione, scienze. Per l’elenco completo dei titoli di studio ammissibili visitare la pagina web: https://www.univaq.it/section.php?id=1835

 


I docenti del master

 

I docenti del Master appartengono all’Università dell’Aquila. Per alcuni corsi saranno incaricati docenti esterni, esperti di materie specifiche.

 


Info e Contatti

  • Prof. Donato Di Ludovico
  • Coordinatore del master
  • Indirizzo: Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile-Architettura, e Ambientale
  • e-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
  • 329 22 099 49

Scarica la locandina (193 download)

 

Scarica il bando del Master (468 download)

 


 

 

 

               

Condividi su...

NOTIZIE - FEDERAZIONI

Labor TV

La CISL AbruzzoMolise si sta adeguando al Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto