Nov25

TRASPORTO PUBBLICO LOCALE FERRO - GOMMA: UNA VERA RIFORMA PER AUMENTARE LE RISORSE DEL SETTORE

Categories // Notizie - Categorie, Notizie - FIT

16-06-2015 - Fonte: inas.it

TRASPORTO PUBBLICO LOCALE FERRO - GOMMA: UNA VERA RIFORMA PER AUMENTARE LE RISORSE DEL SETTORE

Con la risposta a interpello n° 490, l’Agenzia delle Entrate interviene sulla fiscalità applicabile ai contributi erogati alle Società di trasporto pubblico locale (ferro – gomma) prevedendone la non assoggettabilità ad IVA.
“La presa di posizione ufficiale dell’Agenzia delle Entrate apre uno spiraglio alle ipotesi di recupero di risorse per il settore del Trasporto Pubblico Locale: se così fosse riteniamo opportuno aprire un ragionamento con la Regione Abruzzo nell’ambito della ritrovata disponibilità al confronto manifestata dal Sottosegretario D’Annuntiis”
Franco Rolandi, Amelio Angelucci e Giuseppe Murinni, Segretari Generali rispettivamente di Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, evidenziano così la necessità di un approfondimento sul tema:
“Tanto Trenitalia quanto le Aziende che operano nel TPL su gomma e che dispongono di un regolare contratto di servizio, a partire dalla TUA, si vedrebbero riconoscere somme importanti che potrebbero invertire la tendenza caratterizzata dal continuo taglio dei finanziamenti al settore, siano essi di natura nazionale che regionale. C’è bisogno di verificare quale possa essere la strada per concretizzare un simile scenario, eventualmente recuperando l’ipotesi di istituire una Agenzia Unica per la Mobilità ed il Trasporto Pubblico Locale come passaggio indispensabile per ottemperare alle ipotesi normative così come previste nella risposta a interpello”.
Per i rappresentanti di categoria del sindacato confederale quindi c’è la disponibilità ad interagire con tutti i soggetti interessati:
“La Regione Umbria è stata promotrice dell’interpello e si è già attivata per il recupero dell’IVA determinando un beneficio in termini di maggiori risorse pari a 10 milioni di euro. Abbiamo da sempre chiesto a gran voce il confronto ed il recupero dei principi alla base del metodo concertativo nel rapporto con la Regione Abruzzo. Il settore necessita inderogabilmente di atti concreti che ne recuperino affidabilità, qualità e certezza dei diritti dei lavoratori, fattori questi sempre più precarizzati. Apriamo quindi un confronto a stretto giro per trovare le risposte adeguate, facciamo nostro l’obiettivo e mettiamo a fattor comune tutte le esperienze e le idee in merito”.

        LE SEGRETERIE REGIONALI ABRUZZO

                                             Filt Cgil             Fit Cisl                Uiltrasporti         
                                          Franco Rolandi            Amelio Angelucci                     Giuseppe Murinni        

Condividi su...

La CISL AbruzzoMolise si sta adeguando al Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto