Lug28

Sulmona, le verità non dette ai lavoratori

Categories // Notizie - FIM

Sulmona, le verità non dette ai lavoratori

·    Senza Contratto CCSL – Sulmona sarebbe chiusa.
Senza il Contratto Collettivo Specifico di Lavoro (CCSL) lo stabilimento sarebbe chiuso. Abbiamo interrotto i CDS, dopo anni di ammortizzatori sociali, perché lo stabilimento sta lavorando per le produzioni di Panda (Pomigliano), Nuovo Ducato (Sevel), Alfa Romeo Giulia e futuro B-Suv (Cassino). Produzioni conseguenti agli investimenti concordati da FCA con le organizzazioni sindacali firmatarie CCSL (non dalla Fiom):
- 2012 Pomigliano: 800 Milioni di Euro;
- 2013 Sevel: 670 milioni di Euro;
- 2014-2015 Cassino: oltre 1,4 miliardi Euro.
Si è quindi salvata l’occupazione e in molti casi anche incrementata l’occupazione

·    Il Contratto CCSL ha dato gli aumenti salariali ai lavoratori.
I lavoratori di Sulmona come tutti i lavoratori in FCA e CNHI dal 2009 ad oggi hanno ricevuto gli aumenti solo dai contratti firmati dalla FIM-CISL. E’ noto anche alle pietre che la Fiom non firma accordi dal 2009. Anche nel 2015 il premio 1.415,00 (308 euro di garantito + 1.107 euro efficienza di Sulmona) è frutto di un accordo FIM-CISL e non ci risulta il rifiuto da parte di lavoratori Fiom. E questo contratto dura per quattro anni, 2016 compreso.

·    Fiom dell’Aquila vuole partecipare unitariamente ai confronti con azienda? Sottoscriva il contratto CCSL che viene applicato anche ai suoi iscritti.
Il Contratto CCSL è l’unico contratto in FCA, definisce diritti e doveri per tutti lavoratori e per le organizzazioni sindacali che lo sottoscrivono. Il Consiglio delle RSA e le commissioni sono organi di rappresentanza unitaria dei sindacati che hanno firmato il contratto.
Quindi basta firmare il contratto, cosa che Fiom della provincia dell’Aquila può fare dopo aver condiviso e riconfermato i 18 turni previsti dal Contratto CCSL.
Del resto in passato la stessa Fiom, quando firmava i contratti non faceva partecipare agli incontri gli altri sindacati, come USB e UGL, che non avevano sottoscritto quegli accordi.

·    Nulla di rilevante è cambiato sui turni nel verbale del 6 luglio firmato anche dalla Fiom
a    I 18 turni sono rimasti 18 turni e i lavoratori han perso 330 euro per gli scioperi.
b    L’impatto 1° turno e 3° turno resta. Negli incontri fatti nelle settimane precedenti era già stato un po’ alleggerito con una rimodulazione proposta anche dalla FIM-CISL (vedi nostro comunicato del 24 giugno). Nell’ultimo incontro è stata data sola la possibilità di utilizzare un PAR su richiesta da parte lavoratore;
c    Le assunzioni in somministrazione sono la conseguenza degli investimenti definiti dalle organizzazioni firmatarie CCSL. Già nel primo verbale l’azienda nel prospettarci i 30 somministrati, prospettava un possibile incremento nei mesi successivi. E’ molto probabile che visti i volumi di Sevel e AlfaRomeo, i 43 somministrati (ultima versione) crescano ulteriormente

 

 

Condividi su...

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto