Ago21

STIPENDI A RISCHIO PER AUTOLINEE CERELLA

Categories // Notizie - Categorie, Notizie - FIT

16-06-2015 - Fonte: inas.it

STIPENDI A RISCHIO PER AUTOLINEE CERELLA

I sindacati dei trasporti abruzzesi CISL, UIL e FAISA CISAL tornano a denunciare la precarietà in cui verte la società vastese di Autoservizi CERELLA.

Da tempo, infatti, le Segreterie Regionali di FITCISL, UILTRASPORTI e FAISA CISAL unitamente alle rispettive RSA hanno cercato di stimolare con il consiglio di amministrazione dell’Azienda presieduto da Angelo Pollutri un confronto costruttivo su temi strategici tesi sia al conseguimento di una migliore situazione economica che ad una maggiore efficienza nella rete dei servizi ma soprattutto per una visione strategica del futuro della stessa Azienda.

Purtroppo alle promesse del presidente del CdA della Autoservizi CERELLA non sono seguite azioni concrete.

A questo quadro già di per se incerto si aggiunge, in questi giorni, il possibile rischio di mancato pagamento degli stipendi agli oltre 60 dipendenti dell’azienda.

Spiega Alessandro Di Naccio, segretario generale FIT CISL Abruzzo Molise: “Questa situazione di difficoltà economica si è ulteriormente aggravata in quanto l’azienda ha recentemente perso una causa che aveva intentato contro la Regione Abruzzo per una questione attinente le contribuzioni per i servizi di TPL. Sentenza negativa per la Autoservizi Cerella, che non solo non ha permesso alla stessa di aver diritto a percepire ulteriori risorse ma ha prodotto un’improvvisa mancanza di liquidità. Come sempre, rispetto a scelte errate del management a rimetterci sono i lavoratori che rischiano di veder slittare il pagamento delle loro retribuzioni”.

Per Giuseppe Murinni, segretario generale UIL TRASPORTI Abruzzo, “E’ giunto il momento di porre la questione della Autoservizi CERELLA in maniera ancora più determinata sul tavolo di TUA spa (in quanto azionista di maggioranza con oltre il 51% del capitale sociale). Riteniamo che il riordino, anche degli assetti societari, del TPL Regionale non possa arrestarsi sul fiume Sangro. TUA deve prendere coscienza della situazione ed individuare soluzioni definitive sia per la continuità dei servizi che per la salvaguardia dei livelli occupazionali. La TUA spa anche a salvaguardia del proprio bilancio deve intervenire immediatamente. Abbiamo richiesto un incontro urgente al Presidente della Autoservizi CERELLA Pollutri, al Presidente di TUA spa Tonelli ed al Consigliere Regionale delegato ai trasporti DI NICOLA.”

Aggiunge Luciano Lizzi, segretario generale FAISA CISAL Abruzzo: “Per tamponare l’attuale improvvisa mancanza di liquidità che mina, nel vero senso della parola, l’operatività della società di trasporti vastese una via d’uscita, seppur temporanea, potrebbe giungere da una sospensione dell’esecutività della sentenza rispetto alla quale il giudice d’appello si esprimerà per la metà del prossimo mese di settembre. Ma sarebbe una soluzione tampone; queste Segreterie Regionali invece sono determinate a individuare una soluzione definitiva. La Autoservizi CERELLA non può essere esclusa dal contesto della TUA spa ed auspichiamo che si attivino al più presto tutte le attività di integrazione dei servizi utili al conseguimento di migliori performance nei servizi prodotti e nella economicità di gestione”.

Resta alta, dunque, l’attenzione sulla questione da parte di FITCISL, UILTRASPORTI e FAISA CISAL, che primi tra tutti sono attenti alla salvaguardia dei posti di lavoro e delle retribuzioni dei lavoratori.

 

 

Segreterie Regionali

FIT CISL                   UILTRASPORTI                       FAISA CISAL

      Alessandro Di Naccio          Giuseppe Murinni                      Luciano Lizzi       

 

Condividi su...

La CISL AbruzzoMolise si sta adeguando al Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto