Feb27

Pensioni, domande entro il 2 Marzo per l'ottava salvaguardia

Categories // Notizie - FNP

Pensioni, domande entro il 2 Marzo per l'ottava salvaguardia

Ultimi giorni per la presentazione delle istanze di accesso per i lavoratori che intendono fruire dei benefici dell'ottava salvaguardia pensionistica.

C’è tempo fino a giovedì per la presentazione delle istanze di accesso all'ottava salvaguardia.

 I lavoratori cessati dal servizio per accordi e risoluzioni unilaterali, lavoratori che sono in congedo per assistere figli con disabilità grave e lavoratori con contratto a tempo determinato ad esclusione dei lavoratori del settore agricolo e dei lavoratori con qualifiche stagionali, che intendono usufruire della salvaguardia devono presentare istanza di accesso presso le Direzioni territoriali del lavoro competenti entro il 2 marzo 2017, per il tramite del servizio online dell'Inps, per tutti coloro che siano in possesso delle credenziali di accesso, o in alternativa avvalendosi del servizio reso dal Patronato Inas-Cisl. Le domande devono essere inoltrate all’Inps per i lavoratori in mobilità o trattamento speciale edile e per chi paga i contributi volontari e comunque con la possibilità di rivolgersi ai nostri uffici Patronali.

 Il decreto legge milleproroghe non ha esteso il termine per la presentazione delle istanze di accesso, come aveva chiesto la parte sindacale. La data del 2 marzo è stabilita a pena di decadenza. Una volta spirato il termine non sarà, infatti, più possibile presentare istanza di accesso anche se il lavoratore si accorgesse di avere i requisiti per esserne incluso.  Coloro che, per qualche ragione, hanno il dubbio sulla possibilità o meno di fruire della salvaguardia devono comunque rispettare la scadenza per la verifica dei requisiti.

L'ottava salvaguardia si estende alle stesse categorie di lavoratori oggetto della settima, ma a differenza della precedente salvaguardia vengono allungati i tempi utili per maturare la decorrenza o il diritto alla pensione. Il termine entro cui si dovrà maturare la decorrenza della pensione viene posticipato di 12-24 mesi rispetto alla legge di stabilità 2016, cioè fino al 6 gennaio 2018-2019, mentre per chi è in mobilità o riceve il trattamento speciale edile i requisiti vanno raggiunti entro tre anni dal termine dei predetti strumenti di sostegno al reddito.

L'ottava salvaguardia sarà l'ultimo provvedimento di questa natura perché è stato abolito il fondo destinato a queste esigenze riassorbendo le risorse non utilizzate. È importante verificare il rispetto delle condizioni richieste e non perdere l'opportunità che può rivelarsi più conveniente rispetto all'APE sociale, il sussidio di accompagnamento alla pensione introdotto a partire dal 1° maggio 2017 in favore dei lavoratori ultra 63enni  in condizione di difficoltà.

 

Il Segretario Generale

   Luigi Pietrosimone

 

 

 

 

 

 

Il Segretario Generale

    Luigi Pietrosimone

Condividi su...

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto