Ago02

DISCRIMINAZIONI NELLA SCUOLA ABRUZZESE

Categories // Notizie - Categorie, Notizie - Cisl Scuola

16-06-2015 - Fonte: inas.it

DISCRIMINAZIONI NELLA SCUOLA ABRUZZESE

Alunni e lavoratori discriminati nella scuola abruzzese anche nel prossimo anno scolastico.
Tutti gli alunni avrebbero diritto di frequentare una scuola che ha una gestione ed una amministrazione stabile, invece nel 2018/19 ben 28 scuole, non avendo un dirigente scolastico titolare, saranno gestite provvisoriamente da chi è alla guida di altre istituzioni scolastiche. Questo significherà che 28 dirigenti scolastici dovranno gestire 2 scuole, quindi in 56 scuole sulle 197 totali, ovvero 1 su 4, alunni e personale non avranno una guida stabile e presente. Ad aggravare questa instabilità si aggiunge quanto ampiamente denunciato
dalla CISL Scuola ovvero la mancata stabilizzazione del personale amministrativo, tecnico ed ausiliario. Verranno fatte solo 233 assunzioni per il personale ATA su 431 posti effettivamente disponibili. Saranno assunti solo 4 Direttori dei Servizi Generali ed amministrativi su 13 posti vacanti, quindi ben 22 scuole in Abruzzo non avranno il direttore amministrativo.
Le assunzioni del personale programmate nel mese di agosto in Abruzzo sono:

 

DSGA - Direttore Generale Servizi Amministrativi

 

POSTI VACANTI

ASSUNZIONI

L' Aquila

1

0

Chieti

2

1

Pescara

7

2

Teramo

3

1

Totale

13

4

 

 

Assistenti Amministrativi

 

POSTI VACANTI

ASSUNZIONI

L' Aquila

33

24

Chieti

37

27

Pescara

29

21

Teramo

36

26

Totale

135

98

 

 

Assistenti Tecnici

 

POSTI VACANTI

ASSUNZIONI

L' Aquila

5

3

Chieti

12

6

Pescara

3

2

Teramo

9

5

Totale

29

16

 

Collaboratori Scolastici

 

POSTI VACANTI

ASSUNZIONI

L' Aquila

55

27

Chieti

80

39

Pescara

63

31

Teramo

36

17

Totale

234

114

 

Peggiore sarà la situazione di alunni e personale dei convitti e degli istituti con convitti annessi, perché su 10 posti vacanti di cuoco e 7 di guardarobiere sarà assunto solo 1 guardarobiere.
E’ assolutamente ingiustificabile la discriminazione del personale amministrativo, tecnico ed ausiliario, che ha diritto alla stabilizzazione del rapporto di lavoro su tutti i posti vacanti, soprattutto alla luce del lavoro precario da loro svolto mediamente per oltre 6 anni e con l’obiettivo di assicurare tutti i servizi necessari al funzionamento delle istituzioni scolastiche.
Tutti gli alunni ed il personale delle scuole abruzzesi hanno diritto ad una scuola che possa funzionare normalmente, non solo assicurando il personale docente (su cui si assume su quasi il 100% dei posti vacanti), ma anche il dirigente scolastico, il direttore amministrativo e
tutto il personale necessario e già numericamente inadeguato.
La CISL Scuola Abruzzo Molise rivendica con forza verso il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, l’assoluta ed urgente stabilizzazione anche del personale ATA su tutti i posti vacanti con un effettivo adeguamento del personale assegnato alle scuole. Inoltre
rivendica nei confronti della Regione Abruzzo la necessità di un piano di dimensionamento scolastico che, aggregando le istituzioni scolastiche sottodimensionate, assicuri la necessaria stabilità gestionale ed amministrativa a tutti gli alunni ed a tutto il personale

 


Davide Desiati
Segretario Generale CISL Scuola Abruzzo Molise

Condividi su...

La CISL AbruzzoMolise si sta adeguando al Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto