Notizie - Cisl Scuola

Oct09

Graduatorie personale ATA assistenza e consulenza gratuita

Categoria: Notizie - Categorie, Notizie - Cisl Scuola

16-06-2015 - Fonte: inas.it

Graduatorie personale ATA assistenza e consulenza gratuita
La CISL Scuola Abruzzo Molise, ha sottoscritto un accordo con la USI CISL Abruzzo Molise per fornire gratuitamente assistenza e consulenza per l'aggiornamento delle graduatorie ATA anche per i componenti del nucleo familiare degli iscritti alla CISL, previo accreditamento per le vie brevi da parte del referente territoriale o zonale della corrispondente categoria di iscrizione.
La scadenza delle domande é il 30 ottobre.
Per gli orari degli uffici ed eventuali appuntamenti si possono contattare i referenti dei diversi uffici territoriali o zonali.
Gli interessati devono  possedere di un titolo di studio pari o superiore ad una qualifica professionale conseguita nei percorsi triennali.
Per maggiori informazioni ecco il link
http://www.cislscuola.it/index.php?id=3092&tx_ttnews%5Bcat%5D=526&cHash=d7bca8cccc00d46c3bb8324d2c97d6c0

Davide Desiati
Segretario Generale CISL Scuola Abruzzo Molise
Apr11

Al congresso di Abruzzo e Molise dibattito e concreta solidarietà. Contributo per gli alunni delle zone terremotate

Categoria: Notizie - Cisl Scuola

16-06-2015 - Fonte: inas.it

Al congresso di Abruzzo e Molise dibattito e concreta solidarietà. Contributo per gli alunni delle zone terremotate
Tempo di discussione e dibattito, ma anche di concreta solidarietà. Questo il senso che ha voluto dare Maddalena Gissi al suo intervento di oggi al congresso delle regioni Abruzzo e Molise, svoltosi a Pescara. È il primo dei congressi regionali che si tengono nelle aree colpite dagli eventi sismici dei mesi scorsi in Centro Italia e per l’occasione la segretaria generale della Cisl Scuola ha consegnato alla dirigenza locale un contributo di 10.000 euro, quota parte di una raccolta di fondi cui hanno partecipato le strutture periferiche dell’organizzazione. Lo stesso verrà fatto in occasione dei congressi che si svolgeranno prossimamente nelle Marche, in Umbria e nel Lazio. La somma sarà destinata, con modalità decise da ciascuna delle segreterie interessate, per interventi a sostegno del diritto allo studio degli alunni, individuando a tal fine le situazioni ritenute maggiormente meritevoli di attenzione.
La difficile situazione in cui versano le scuole delle aree terremotate ha trovato ampio spazio nel dibattito congressuale, dove tanti interventi hanno portato diretta testimonianza dei disagi che tuttora si registrano, a partire dalla precarietà di molte strutture e dalle difficoltà legate alle tante interruzioni subite in questi mesi dalle attività didattiche. Molte le scuole del tutto inagibili, peraltro in qualche caso le strutture danneggiate appartengono a comuni non rientranti nel cosiddetto “cratere sismico”, quindi esclusi dall’accesso a contributi straordinari. Una stato di cose molto pesante, che costringe spesso a organizzare su più turni l’attività didattica.
Lo straordinario impegno cui il personale docente, ata e dirigente è sottoposto da mesi – ha detto Maddalena Gissi nel suo intervento - si sta rivelando davvero, in questa situazione, come risorsa decisiva per garantire tra mille difficoltà il servizio scolastico”.
Apr11

Congresso CISL SCUOLA: Davide Desiati confermato Segretario Generale per i prossimi 4 anni.

Categoria: Notizie - Cisl Scuola

16-06-2015 - Fonte: inas.it

Congresso CISL SCUOLA: Davide Desiati confermato Segretario Generale per i prossimi 4 anni.
La CISL Scuola Abruzzo Molise, alla presenza della Segretaria Nazionale della CISL Scuola Lena Gissi e del Segretario Generale della CISL Abruzzo Molise Maurizio Spina, ha confermato Davide Desiati nel ruolo di Segretario Generale per i prossimi 4 anni.
    La segreteria sarà composta da Elisabetta Merico, Fiorella Tortiello e Luigi Ginaldi.
Tempo di discussione e dibattito, ma anche di concreta solidarietà.
    Questo il senso che ha voluto dare Maddalena Gissi al suo intervento al congresso delle regioni Abruzzo e Molise, svoltosi a Francavilla al Mare. È il primo dei congressi regionali che si tengono nelle aree colpite dagli eventi sismici dei mesi scorsi in Centro Italia e per l’occasione la segretaria generale della Cisl Scuola ha consegnato alla dirigenza locale un contributo di 10.000 euro, quota parte di una raccolta di fondi cui hanno partecipato le strutture periferiche dell’organizzazione. Lo stesso verrà fatto in occasione dei congressi che si svolgeranno prossimamente nelle Marche, in Umbria e nel Lazio.     La somma sarà destinata, con modalità decise da ciascuna delle segreterie interessate, per interventi a sostegno del diritto allo studio
degli alunni, individuando a tal fine le situazioni ritenute maggiormente meritevoli di attenzione.
    La difficile situazione in cui versano le scuole delle aree terremotate ha trovato ampio spazio nel dibattito congressuale, dove tanti interventi hanno portato diretta testimonianza dei disagi che tuttora si registrano, a partire dalla precarietà di molte strutture e dalle difficoltà legate alle tante interruzioni subite in questi mesi dalle attività didattiche. Molte le scuole del tutto inagibili, peraltro in qualche caso le strutture danneggiate appartengono a comuni non
rientranti nel cosiddetto “cratere sismico”, quindi esclusi dall’accesso a contributi straordinari.
    Una stato di cose molto pesante, che costringe spesso a organizzare su più turni l’attività didattica. “Lo straordinario impegno cui il personale docente, ata e dirigente è sottoposto da mesi – ha detto Maddalena Gissi nel suo intervento - si sta rivelando davvero, in questa situazione, come risorsa decisiva per garantire tra mille difficoltà il servizio scolastico”.
Feb03

Il Ministro Fedeli riceve le OO.SS. scuola per per i danni del sisma e neve

Categoria: Notizie - Cisl Scuola

16-06-2015 - Fonte: inas.it

Il Ministro Fedeli riceve le OO.SS. scuola per per i danni del sisma e neve
Gli eventi sismici ed atmosferici che hanno interessato anche la regione Abruzzo, con la gravità ampiamente documentata da tutti i mass media, hanno fortemente danneggiato moltissime istituzioni scolastiche.
Alcuni dati rendono facilmente comprensibile la portata dei danni e delle istituzioni scolastiche coinvolte.
L’ordinanza del Dipartimento di Protezione civile, del 9 maggio 2016 n. 344, prima degli eventi sismici del 2016, individua in Abruzzo ben 276 Comuni su 305 (oltre il 90%) a cui è possibile destinare i contributi per interventi di prevenzione del rischio sismico.
I dati del Centro Operativo Regionale (COR), istituito con Deliberazione della Giunta Regionale d’Abruzzo n.555 del 30/08/2016, riportati nel report aggiornato al 15 dicembre 2016(allegato al documento), evidenziano che su 292 richieste di sopralluoghi nelle scuole per danni riconducibili al sisma, ben 102 (ovvero il 35% ) risultano inagibili.
Il patrimonio edilizio scolastico abruzzese necessita per la stragrande maggioranza di interventi significativi, che in tanti casi rendono inopportuni lavori di adeguamento ed economicamente conveniente la costruzione di edifici nuovi.
L’Abruzzo è ancora lontana dall’ultimare i lavori di ricostruzione dopo il sisma del 2009 ed è stata ulteriormente martoriata nel 2016 dai nuovi e gravi eventi sismici e nel gennaio 2017 dalle eccezionali nevicate ed alluvioni, che hanno prodotto ulteriori danni agli edifici scolastici.
Le risorse economiche finora destinate all’edilizia scolastica abruzzese sono assolutamente insufficienti e sono necessari forti investimenti per assicurare agli alunni ed ai lavoratori ambienti sicuri e salubri.
Gli eventi sismici ed atmosferici hanno inoltre ridotto notevolmente i giorni a disposizione per le iscrizioni, sia per le istituzioni scolastiche sia per le famiglie. E’ stato fortemente pregiudicato l’orientamento scolastico. Centinaia di migliaia di persone sono rimaste senza possibilità di utilizzare la rete elettrica e la rete telefonica per giorni e settimane, con la conseguenza di una forte limitazione nella conoscenza delle istituzioni scolastiche attraverso la rete telematica. E’ necessario prorogare di almeno due settimane la scadenza per le iscrizioni.
Sono facilmente prevedibili variazioni, anche significative, delle iscrizioni tali da determinare variazioni sostanziali degli organici delle singole istituzioni scolastiche. Le organizzazioni sindacali chiedono che gli organici a livello provinciale non subiscano diminuzioni per un minimo di tre anni scolastici. Analogamente si richiede che il MIUR sia parte attiva nel promuovere, di concerto con la Regione Abruzzo, la sospensione di qualsiasi intervento di dimensionamento scolastico derivante da diminuzioni degli alunni riconducibili agli eventi sismici ed atmosferici.
Le scriventi organizzazioni sindacali richiedono che venga considerata l’eccezionalità degli eventi nell’anno scolastico 2016/17 per la validità dell’anno scolastico, indipendentemente dal numero di giorni di lezione. Analogamente, venga assicurata la validità dell’anno per il personale docente nell’anno di prova, sia per i 180 giorni totali, sia per i 120 giorni di attività didattica.
Le organizzazioni sindacali evidenziano anche il profondo disagio ed il danno subito in particolare dal personale ATA che, a fronte di situazioni in cui non era possibile raggiungere e/o prestare servizio in condizioni di sicurezza ed ordinanze sindacali di sospensione delle attività didattiche e non di chiusura degli edifici, sono stati costretti a raggiungere con grande pericolo le scuole, prestare servizio in edifici da sottoporre a verifiche per la sicurezza e senza riscaldamento, oppure fruire forzatamente di lunghi periodi di ferie.

FLC-CGIL CISL Scuola UIL Scuola SNALS-Confsal
Cinzia Angrilli Davide Desiati Enio Taglieri Carlo Frascari
Gen11

Scuola: domanda di pensione entro il 22 gennaio 2016

Categoria: Notizie - Cisl Scuola, Notizie - Inas

16-06-2015 - Fonte: inas.it

Scuola: domanda di pensione entro il 22 gennaio 2016

Il personale della scuola deve obbligatoriamente presentare le domande di cessazione dal servizio entro il termine indicato nel decreto ministeriale per accedere alla pensione dal 1° settembre dell’anno prescelto. Per le cessazioni dal 1° settembre 2016, occorre presentare le dimissioni entro il 22 gennaio 2016.

Per conoscere la propria posizione previdenziale, per sapere se è possibile andare in pensione e capire quale è l’eventuale importo è possibile recarsi presso tutte le sedi Inas. Ecco alcune informazioni sulla sistemazione della propria posizione previdenziale e sui requisiti pensionistici.

Computo

Sono computabili a domanda senza il pagamento di alcun onere:

  • Servizi scolastici non di ruolo con versamento di contributi all’Inps;
  • Periodi retribuiti di incarichi e supplenze con versamento contributivo in conto Entrate Tesoro o Inpdap;
  • Servizi prestati alle dipendenze di enti pubblici e di diritto pubblico, servizi prestati presso amministrazioni statali con iscrizione Inps;
  • Servizio militare o equiparato, maternità intervenuta al di fuori del rapporto di lavoro.

Ricongiunzione

Sono ricongiungibili mediante pagamento di un onere i periodi assicurativi coperti da contribuzione obbligatoria, volontaria, figurativa versata all’Inps o in altre gestioni previdenziali, ai fini del raggiungimento di un unico trattamento pensionistico.

Requisiti pensionistici 2016

Pensione di vecchiaia

Contributi

20 anni

Età

66 anni e 7 mesi (uomo e donna)

Pensione anticipata

Contributi

41 anni e 10 mesi (donna)

42 anni e 10 mesi (uomo)

a prescindere dall’età

Il personale femminile può accedere alla pensione con i vecchi requisiti (57 anni e 3 mesi di età e 35 di contributi) se opta per la pensione con il sistema di calcolo contributivo, a condizione che i requisiti siano maturati entro il 31 dicembre 2015.

Lug16

CISL Scuola primo sindacato in Abruzzo

Categoria: Notizie - Cisl Scuola

CISL Scuola primo sindacato in Abruzzo

La grande partecipazione al voto (pari a circa il 76%) é la conferma della fiducia dei lavoratori della scuola nella rappresentanza sindacale ed in particolare in quella espressa dalla CISL SCUOLA.
L'opera costante e capillare di tutta l'organizzazione sindacale nelle singole scuole, l'impegno delle RSU, di tutti coloro che si sono candidati o hanno sostenuto i candidati, hanno permesso questo incredibile risultato, che onora e responsabilizza sia la RSU sia la dirigenza sindacale.


SEGRETARIO GENERALE REGIONALE

 

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto