Sep05

Aumento degli abbonamenti del trasporto

Categories // Notizie - FIM

Aumento degli abbonamenti del trasporto

Il ritorno dalle ferie ci ha riservato la “sorpresa” dell’aumento degliabbonamenti del trasporto pubblico. Vogliamo ricordare che sono ben nove  mesi che cerchiamo di rinnovare il contratto metalmeccanici e la controparte continua a ripeterci che non c’è inflazione. Così oltre la beffa di non rinnovare il contratto, la Regione ci mette del suo e ci regala il danno di aumentare gli abbonamenti del 15%! Non troviamo giustificato questo aumento perché il carburante rispetto agli anni scorsi è sensibilmente diminuito a causa della caduta del prezzo del petrolio e siamo in un momento di deflazione (lo dice il governo).

Questo aumento peserà sui lavoratori, a seconda della distanza percorsa, diverse centinaia di euro! In pratica la manovra tanto pubblicizzata dalla Regione degli abbonamenti gratis a una parte degli studenti la fanno pagare ai lavoratori con gli interessi. Così a conti fatti in una famiglia dove ci sono due genitori lavoratori e figli che studiano vengono pagati tutti gli abbonamenti con l’aumento del 15%. Ma non si diceva che si voleva rilanciare l’economia? Ma li sanno leggere i dati del Pil che evidenziano un brusco arresto della crescita in Italia rispetto al resto d’Europa? Strano modo di rilanciarla, in un periodo che i contratti non si rinnovano, qualcuno pensa addirittura di togliere ulteriori risorse alle famiglie facendo questo “regalo” ai lavoratori al rientro dalle ferie.


La Segreteria Interregionale
Abruzzo-Molise FIM-CISL

 

 

Condividi su...

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto