Feb21

Le molestie e i ricatti sessuali

Categories // Notizie - Enti, Coordinamento Donne

Le molestie e i ricatti sessuali

L’Istat ha pubblicato i dati sulle molestie e i ricatti sessuali. L’indagine campionaria sulla “Sicurezza dei cittadini”, effettuata nel 2015-2016 tramite interviste telefoniche e faccia a faccia su un campione di 50.350 individui di 14 anni e oltre,  rileva numerosi fenomeni di molestie a sfondo sessuale subite da donne e uomini e  ricatti sessuali sul lavoro subiti dalle donne nel corso della propria vita e nei tre anni precedenti l’intervista.

Per la prima volta i  quesiti hanno riguardato  sia le  donne e sia  gli uomini  tra i 14 e i 65 anni  (15.764 donne e 16.347 uomini), ma non abbiamo a disposizione dati territoriali.

Rispetto alla precedente indagine, oltre alle molestie verbali, l’esibizionismo, i pedinamenti, le telefonate oscene e le molestie fisiche sessuali, sono state introdotte nuove forme di molestie, come quelle delle foto e video osceni che offendono la persona via web e, in ultimo, le molestie che avvengono tramite internet e sui social network.

Nei luoghi di lavoro si nasconde la percentuale maggiore di forme di violenze, di ricatti e di molestie sessuali e fisiche. 

Sono le persone di età compresa fra i 14 e i 24 anni quelle a maggior rischio.  In Abruzzo il 36,2 % delle donne, dai 14 ai 65 anni,  nel corso della loro vita ha subito molestie sessuali o ricatti sessuali. Invece negli ultimi 3 anni la media, pari al 20,3%, è drasticamente aumentata portando l’Abruzzo tra le prime regioni,  in una classifica nazionale il cui valore è nettamente superiore alla media delle altre regioni, pari al 15,7%.

Il 22,4 % delle donne molisane, dai 14 ai 65 anni,  nel corso della loro vita lavorativa ha subito molestie o ricatti sessuali, circa il 10,5% nel periodo che va dal 2013 al 2016.

Più del 7% delle donne, dai 15 ai 65 anni, in Abruzzo ha subito ricatti sessuali sul lavoro durante la propria vita. Spostando l’attenzione sugli ultimi tre anni, il tasso delle lavoratrici e delle inoccupate  che sono state oggetto di ricatto sessuale, si attesta al  3,1% contro il valore nazionale pari all’1,1%.  Anche in questo caso nei territori abruzzesi si registra un’incidenza maggiore di donne vittime rispetto alla media dell’Italia. In Molise quasi il 6% delle donne nella loro vita lavorativa ha subito un ricatto a sfondo sessuale.  Il fenomeno appare particolarmente diffuso negli ultimi 3 anni dal 2013 al 2016.

Dall’indagine è emerso che nell’ambito lavorativo i ricatti sessuali sono subiti dalle sole donne per essere assunte, per mantenere il posto di lavoro o per ottenere avanzamenti di carriera.

A volte, come dimostrano i dati, il lavoro diventa il luogo del rischio.

Le donne tra i 15 e i 65 anni che, in Abruzzo, nel corso della loro vita lavorativa hanno subito molestie fisiche sul luogo di lavoro, o da parte di un collega, o di un datore di lavoro, o ricatti sessuali sul posto di lavoro, sono il 9,2% delle lavoratrici. Un fenomeno che si è notevolmente ampliato negli ultimi tre anni precedenti l’indagine (2013 – 2016), perché queste molestie hanno interessato il 5 % delle lavoratrici e inoccupate,  contro una media delle altre regioni italiane che si attesta al 2,7%.

L’Abruzzo è la regione meno sicura d’Italia per le donne nei luoghi di lavoro dove sono considerate  soggetti deboli e non tutelati,  ed esistono ancora forti pregiudizi sul loro conto.

Invece, in Molise il 6,2% delle donne, tra i 15 e i 65 anni, è stata vittima di un ricatto sessuale o molestie fisiche sul lavoro nel corso della propria vita.

La Segretaria Interregionale

        con delega alle Politiche Femminili

                      Maria Pallotta

 

 

 

Condividi su...

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto