Sep27

LA MULTA È ILLEGITTIMA SE NOTIFICATA AL VECCHIO INDIRIZZO

Categories // Notizie - Adiconsum

LA MULTA È ILLEGITTIMA SE NOTIFICATA AL VECCHIO INDIRIZZO

Se, dopo aver cambiato residenza, la polizia municipale notifica una multa al vecchio indirizzo la contravvenzione è nulla, anche se l’automobilista non ha comunicato il cambio di residenza al Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

Secondo una sentenza del tribunale di Napoli, il cittadino, nel momento in cui cambia residenza, non è tenuto a comunicare il nuovo indirizzo al PRA, ma solo al Comune. Spetta poi a quest’ultimo rendere noto il trasferimento al pubblico registro automobilistico; infine, successivamente, interverrà la Motorizzazione civile che dovrà mandare a casa del proprietario dell’auto il tagliando per aggiornare l’indirizzo sul libretto di circolazione.

Tale trafila è possibile, comunque, a patto che, quando il cittadino compila il modulo all’anagrafe del Comune, indichi la targa della propria auto o della moto: adempimento che consente all’ente locale di trasmettere d’ufficio la predetta variazione di residenza al PRA. Se non lo fa, allora è necessario che questi comunichi il cambio di residenza anche al Pubblico registro automobilistico.

 

 

 

Condividi su...

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto