CGIL, CISL E UIL su VERTENZA ABRUZZO

CGIL, CISL E UIL su VERTENZA ABRUZZO

CGIL, CISL e UIL ormai da tempo hanno presentato alla Giunta Regionale Abruzzese un decalogo che racchiude in 10 punti i problemi più importanti da affrontare nella nostra Regione e gli obiettivi da perseguire, definendo una piattaforma, su cui innestare un confronto con le istituzioni regionali.

Oggi più che mai ribadiamo quanto sia necessario affrontare i seguenti punti:

  • Gestire l’uscita dall’emergenza causata dagli eventi naturali;
  • Definire un piano straordinario di messa in sicurezza del territorio;
  • Tenere sempre aperto il confronto con il Governo Nazionale sugli ammortizzatori sociali;
  • Riattivare la cabina di regia sul credito;
  • Bloccare l’indebolimento e la frammentazione delle piccole imprese;
  • Individuare obiettivi regionali nell’ambito di Industria 4.0 e della Strategia delle 3S mediante rimodulazioni del Fondo Sviluppo e Coesione;
  • Aggiornare la strumentazione per l’attuazione delle politiche industriali;
  • Eliminare la fiscalità di svantaggio continuando a garantire il welfare regionale, i servizi pubblici e il sistema sanitario;
  • Potenziare il sistema sanitario regionale, cercando di riequilibrare i vuoti creati nelle aree interne in conseguenza del riassetto della rete ospedaliera;
  • Definire un piano di integrazione socio-sanitaria indicando obiettivi, modi e tempi di realizzazione;
  • Garantire, nonostante i tagli, le risorse per i piani sociali di zona, per la legge regionale sull'invecchiamento attivo, per le cure a domicilio, per la disabilità e l'infanzia, per il diritto allo studio.

Il governo regionale, nonostante le sollecitazioni delle parti sociali, non ha ancora avviato un dialogo costante e pragmatico sulla Vertenza Abruzzo, ma le recenti crisi industriali ci ricordano che l’Abruzzo ha problemi che rendono più che mai urgente l’apertura di un confronto a tutti i livelli.

Per quanto sopra esposto le scriventi Organizzazioni Sindacali chiedono un incontro urgente per l’apertura del confronto sulla Vertenza Abruzzo, ritenendo necessario dare nuovo impulso ed operatività agli strumenti a disposizione della regione (fondi europei, FSC, Masterplan e Patto per lo Sviluppo) per la ripresa e lo sviluppo economico e sociale dell’Abruzzo, con l’avvertimento che qualora questa ulteriore richiesta rimanga senza riscontro inviteremo tutti i lavoratori, i pensionati e i cittadini a scendere in piazza per una mobilitazione generale di protesta.

 

 

I Segretari Generali  CGIL CISL UIL

Sandro Del Fattore – Leo Malandra - Michele Lombardo

 

 

 

 

 

Condividi su...

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto