Notizie - FIBA

Oct03

AdessoBanca!, si parlerà a L’Aquila della proposta FIRSTCISL per una riforma socialmente utile del sistema bancario.

Categoria: Notizie - Categorie, Notizie - FIBA

AdessoBanca!, si parlerà a L’Aquila della proposta FIRSTCISL per una riforma socialmente utile del sistema bancario.

Si terrà a L’Aquila domani 4 ottobre 2018 dalle ore 15.00 presso la Sala Rivera di Palazzo Fibbioni – sede del Municipio – la tavola rotonda e l’assemblea dei lavoratori, organizzata dalla FIRSTCISL, sul Manifesto AdessoBanca.

Il progetto nasce da una attenta analisi del settore ed è stato realizzato dalla Segreteria Nazionale FIRSTCISL sui temi dell’etica bancaria, dopo aver individuando la necessità comune alla politica, all’industria, alle lavoratrici, ai lavoratori e ai risparmiatori di una riforma socialmente ed eticamente utile del sistema bancario.

La FIRSTCISL nel suo Manifesto, presenta una soluzione d’insieme, volta a restituire le banche ai cittadini, salvaguardando i risparmiatori, diminuendo e mettendo un tetto agli stipendi dei manager, combattendo speculazioni e abusi, con il fine ultimo di stilare una nuova legge per tutti i reati economici/finanziari, al fine di punire i responsabili dei disastri bancari passati e prevenirne di ulteriori.

I lavori saranno aperti da Claudio Bellini, Segretario Generale FIRSTCISL Abruzzo-Molise, seguirà il saluto del Sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, si alterneranno poi in una tavola rotonda: Giulio Romani Segretario Generale FIRSTCISL, Giovanni Lolli Presidente Vicario Regione Abruzzo, Fabrizio Marinelli Professore ordinario di Diritto Privato Università dell’Aquila, Stefano Cianciotta Professore universitario di Crisis Management, Michele Borgia Presidente BCC Cappelle sul Tavo, modera il giornalista e scrittore Angelo De Nicola.

Partendo da un breve excursus storico sulle varie modifiche alla normativa bancaria e in considerazione che il continuo dialogo tra politica, sindacato, associazioni industriali, consumatori, lavoratrici e lavoratori, è necessario per sostenere il tessuto economico sociale dei territori, attraendo nuovi investimenti e nuove risorse, presentiamo il manifesto AdessoBanca, costituito da sei punti, che trattano della tutela del risparmio e del lavoro e delle problematiche legate alle vicende del settore bancario.

Pensiamo che la proposta possa aiutare a riportare il sistema bancario verso quelle attività proprie previste anche dalla nostra Costituzione. In particolare gli art. 1,2,4,46,47.

L’idea a livello territoriale è quella di istituire un tavolo permanente (Osservatorio), con la presenza del Sindacato, della Regione, delle Prefetture, delle Associazioni Datoriali, della Guardia di Finanza, e dei Comuni, che possa monitorare il settore del credito e nel contempo creare condizioni favorevoli tali, da consentire l’accesso al credito alle famiglie e alle imprese con l’obiettivo di tutelare i livelli occupazionali nel settore e rilanciare l’economia nella nostra regione.

 

 

 

 

Dec18

Olivieri (Cisl): “Trasferito a Modena l'ufficio ricostruzione Bper”

Categoria: Notizie - FIBA

Olivieri (Cisl): “Trasferito a Modena l'ufficio ricostruzione Bper”

Bper ha comunicato ufficialmente, con una lettera notificata ai cinque addetti al servizio, il trasferimento dell'Ufficio ricostruzione dall'Aquila a Modena. La notifica è arrivata nello stesso giorno in cui il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, annunciava, con toni trionfanti, di aver avuto rassicurazioni dal presidente della Fondazione Carispaq, Marco Fanfani, sul congelamento di ogni provvedimento inerente lo spostamento del servizio in Emilia Romagna”. E' quanto afferma Giulio Olivieri, segretario regionale First- Cisl. “Lo scorso 4 dicembre”, fa notare Olivieri, “La Cisl aveva lanciato l'allarme sul mancato rinnovo di 29 contratti di lavoro interinali in Abruzzo, da parte di Bper, stigmatizzando il preannunciato trasferimento dell'Ufficio ricostruzione dell'Aquila nella struttura direzionale di Modena. Ad oggi è tutto confermato”, sottolinea Olivieri, “nonostante i tentativi di qualche forza politica di cavalcare la vertenza messa in atto dalla Cisl, facendo confusione sui termini della stessa e invitando, addirittura, a rivolgersi ad altri istituti di credito, e nonostante le rassicurazioni del sindaco, Biondi, che ha confuso i 29 addetti con contratto interinale, che operano nelle filiali Bper con i 5 dipendenti dell'Ufficio ricostruzione della Banca. La realtà è che Bper sta procedendo al trasferimento in altra sede dell'Ufficio ricostruzione, mentre non è arrivata alcuna comunicazione ufficiale sulla proroga dei contratti interinali in scadenza”. La Cisl aveva lanciato un appello a tutte le istituzioni locali affinché si facesse quadrato intorno alla vertenza. “Abbiamo registrato solo posizioni singole e inefficaci, che non hanno portato a nulla”, incalza Olivieri, “torniamo a chiedere il rispetto dei lavoratori Bper, chiamando l'azienda alle proprie responsabilità e ad una maggiore attenzione sul territorio. Vanno salvaguardati i posti di lavoro presenti in Abruzzo, in particolare all'Aquila: un territorio che deve mantenere standard di servizio adeguati, anche in relazione alla ricostruzione e alla ripresa dell'economia locale Questo sia per quanto riguarda gli enti erogatori che i beneficiari dei finanziamenti per la ricostruzione. La Cisl punta l'indice “contro gli amministratori locali, che si sono succeduti in questi anni e non hanno fatto nulla contro le scelte scellerate della Carispaq, e sulla Fondazione Carispaq che", conclude Olivieri, "è un azionista di tutto rilievo di Bper, tanto da esprimere un azionista all'interno del Consiglio di amministrazione".

 

 

                                                 L'Ufficio Stampa

 

Monica Pelliccione

Ufficio Stampa Cisl della provincia dell'Aquila

 

 

Ago09

BANCHE TERRITORIO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIALE

Categoria: Notizie - FIBA

BANCHE  TERRITORIO  SVILUPPO  ECONOMICO E SOCIALE

Le vicende negative delle maggiori Banche abruzzesi hanno favorito la desertificazione creditizia dell’Abruzzo: perdita di posti di lavoro, di professionalità, di sostegno al sistema produttivo locale.

Viviamo in questi giorni, con apprensione la crisi della Carichieti, commissariata nel Settembre del 2014 da Banca d’Italia e posta in “Risoluzione” nel Novembre 2015.  Stiamo aspettando una soluzione positiva ma di sicuro questa porterà in ogni caso  alla perdita di autonomia della Banca.  La vertenza della Carichieti è oggetto di tavoli di confronto nazionali tra le OO.SS e l’unità di Risoluzione: auspichiamo una soluzione trasparente per garantire la normale attività bancaria e la necessaria serenità delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti.

E’ evidente che tutto questo deriva da una cattiva gestione delle Banche che in passato, erano il punto di riferimento dell’economia locale,  come le ex Casse di Risparmio e qualche BCC. Il sistema di vigilanza non ha saputo svolgere il proprio ruolo di controllo dell’attività bancaria e dell’operato di una Governace e di un Managment, spesso, non all’altezza dei propri compiti, o molto peggio, molto sensibili alle esigenze economiche degli amici e della politica.

In Abruzzo la classe politica non si interroga se l’economia abbia  bisogno o meno del sostegno di banche virtuose e sensibili alle esigenze del tessuto economico e sociale del territorio, ma chiede  che il sistema banche conceda credito ma senza adottare politiche a favore del sistema creditizio.

Non siamo nostalgici, non guardiamo indietro, siamo però convinti che alcune caratteristiche le banche che operano sul nostro territorio dovrebbero averle: essere una banca di relazione, che significa privilegiare rapporti di lunga durata e conoscenza della clientela, essere una banca legata al proprio territorio di riferimento e condividerne le esigenze e le sorti, consapevoli che lo sviluppo della banca è strettamente legato allo sviluppo economico  del territorio.

“Che fine ha fatto la costituzione dell’Osservatorio sul sistema creditizio Abruzzese?”

La First e la Cisl, insieme alle altre organizzazioni sindacali, ha chiesto da anni la sua istituzione promessa dalla Regione: auspichiamo dopo la pausa estiva di essere convocati per la realizzazione dell’Osservatorio e dare risposte concrete al mondo delle banche, ai cittadini e alle imprese abruzzesi .

Nel frattempo a l’Aquila la BPER, attuale proprietaria della ex Cassa di Risparmio, ha deciso di chiudere l’Ufficio Ricostruzione, inserito nel  polo  BPERSERVICE, spostando così le lavorazioni a Modena e togliendo di fatto alla città ed al territorio di riferimento un importante strumento a supporto della ricostruzione. La ricerca spasmodica di riduzione dei costi ricade inevitabilmente sul personale, trascurando le esigenze del territorio.  Ma nell’era digitale c’è ancora bisogno di spostare il personale presso la Capogruppo, oppure si possono dislocare le lavorazioni nei vari territori, senza creare disagi e penalizzazioni economiche ai lavoratori? Ci auguriamo che l’Azienda ripensi sulle proprie decisioni di chiusura dell’Ufficio Ricostruzione e sulle promesse fatte, perché viene messa in discussione la credibilità dell’Azienda nei confronti delle lavoratrici, dei lavoratori e di tutto il territorio.

Sono oltre dieci anni che il sindacato si confronta con le banche, le quali chiedono costantemente l’abbassamento del costo del lavoro, perché il sistema è in crisi.  Solo i lavoratori hanno fatto la loro parte, a differenza del Managment: compensi lievitati e faraoniche liquidazioni a prescindere dall’andamento dell’Azienda.  Il sistema è ancora in difficoltà e il problema non è tanto il costo del lavoro, ma le sofferenze, (oltre il 70% dei crediti inesigibili si riferiscono ad importi elevati che rientrano nei poteri deliberanti dell’amministratore delegato o del consiglio di amministrazione), l’apertura indiscriminata degli sportelli  ed una cattiva gestione.

La First Cisl ha presentato una proposta di legge di iniziativa popolare  per l’abbassamento dei compensi al managment di tutte le società quotate in borsa, con un rapporto di 1 a 20 tra lo stipendio più basso e quello più alto, inoltre ha chiesto che  le liquidazioni ed i premi devono tenere conto dell’andamento dell’Azienda e spalmati su diversi anni. Infine, ha proposto la separazione tra Banca Commerciale e Banca d’Affari, individuando le attività a loro connesse, l’abolizione dei paradisi fiscali, l’abolizione delle vendite allo scoperto, senza, cioè,  il possesso del sottostante, l’istituzione di  una unità sovrannazionale di controllo sull’attività bancaria.

 

 

Il Segretario Generale FIRST CISL             Il Segretario Generale CISL

             Claudio BELLINI                              Maurizio SPINA

Lug09

FIBA-La Federazione FIRST CISL e non solo

Categoria: Notizie - FIBA

FIBA-La Federazione FIRST CISL e non solo

I delegati della FIRST CISL AbruzzoMolise  (Federazione italiana delle reti dei servizi del terziario) si sono riuniti, presso l’Hotel Giardino dei Principi di Città Sant’Angelo, per approfondire e discutere dei problemi e delle difficoltà  che coinvolgono i lavoratori del settore del credito, compresi quelli dei dirigenti, oltre che delle assicurazioni, delle riscossioni, delle Autorità di Garanzia, di Banca d’Italia e delle Fondazioni bancarie.

 

Il dibattito si è aperto con la relazione introduttiva del Segretario Generale, Claudio Bellini, che ha analizzato la situazione in Abruzzo e in Molise.  “Abbiamo lavorato per scongiurare ricadute negative in termini occupazionali nella vicenda del commissariamento della Banca Tercas che ha, di conseguenza, prodotto effetti sulla controllata Banca Caripe. Nel processo di ristrutturazione e riorganizzazione del Gruppo BPER, per incorporare la Carispaq e la BLS nel Capogruppo, la nostra Federazione non si è sottratta alle difficoltà  ha lavorato per mantenere i poli di lavorazione sul territorio abruzzese e salvaguardare i lavoratori interessati. Nonostante le difficoltà che hanno coinvolto la Carichieti, la FIRST CISL è stata premiata per il suo impegno e per il suo lavoro con l’aumento del numero degli iscritti e la costituzione di due nuove SAS a Chieti e a Pescara. Negli avvenimenti del Gruppo Monte Paschi di Siena e della Banca Adriatica, i nostri delegati all’interno delle filiali hanno favorito, nel primo caso, un rilancio del Gruppo e, nel secondo, non hanno trascurato una continua ristrutturazione, - ha affermato Claudio Bellini”.

 

AL primo Consiglio della neo Federazione FIRST, costituita nel mese di aprile con l’unificazione della FIBA con la Dircredito, era presente anche Umberto Coccia, Segretario Interregionale della USI AbruzzoMolise. “La società è in continuo cambiamento, un processo che ci pone di fronte a delle sfide come la partecipazione e la rappresentanza. Il sindacato deve imparare a fare i conti ed a rimettersi in discussione e la CISL lo sta facendo. Abbiamo affrontato un processo di riorganizzazione con l’accorpamento dei territori e delle federazioni, com’è avvenuto nel vostro caso.”

 

“Come CISL abbiamo avviato una campagna di raccolta firme, oramai alla battute finali, per una proposta di legge che prevede l’estensione di un bonus fiscale di mille euro a tutti i cittadini con redditi medio bassi, privilegiando in particolare i nuclei familiari, l’introduzione di un nuovo assegno familiare e l’imposta sulla grande ricchezza. La proposta prevede  l’adozione di una nuova regolazione delle imposte e tasse locali e nazionali con un tetto massimo da non superare, per avere una fiscalità locale al servizio del cittadino e, infine, una serie di misure per contrastare l'evasione fiscale, rafforzando le sanzioni e aumentando i controlli, – ha ricordato Umberto Coccia nel suo intervento”.

 

Le conclusioni della giornata sono state affidate alla Segretaria nazionale, Sabrina Brezzo. “Dobbiamo non solo rappresentare ma anche associare i lavoratori del settore dei servizi e del terziario. Abbiamo avuto il coraggio di affrontare un percorso di cambiamento, con la costituzione della nuova Federazione FIRST. Abbiamo realizzato, un nuovo strumento per la rappresentanza dei lavoratori, più moderno, più dinamico, più flessibile, più efficiente, più specialistico. Un’unica organizzazione sindacale in grado di rappresentare tutte le aree professionali del settore dei servizi finanziari. FIRST nasce per proporre un modello di rappresentanza capace di valorizzare le specificità di ognuno, dai giovani alle donne, che punti sulla professionalità dei lavoratori come valore aggiunto non solo per i dipendenti, ma anche per le aziende e per il contesto sociale in cui viviamo. Il rinnovo del CCNL del Credito e delle BCC è avvenuto in un clima politico ostile al sindacato,  ma abbiamo difeso, grazie alla nostra capacità di interpretazione dei processi di cambiamento, il nostro ruolo: quello di essere corpo intermedio della società”.

 

“La campagna a sostegno della proposta di legge popolare per la regolamentazione delle retribuzioni del top management è  stata un’avventura straordinaria per la nostra Federazione, non ancora finita. Una campagna a sostegno di un tema  che oggi è patrimonio comune nell’opinione pubblica e nelle indicazioni della vigilanza, ma soprattutto è l’interpretazione della volontà dei nostri iscritti,-  ha rammentato la Segretaria nazionale Brezzo”.

 

“La Federazione non è solo sindacato: a Casal di Principe abbiamo inaugurato un sito museale  e una mostra importantissima: gli Uffizi, con: "La luce vince l'ombra, dove sono  esposte opere di Mattia Preti, Artemisia Gentileschi, Ribera, Warhol, la Mater Matuta di Capua. È stato  possibile trasformare in un sito museale di Casa Don Diana, la villa di Brutus, il boss di camorra, confiscata e dedicata alla memoria di Don Peppe Diana, assassinato sul sagrato della sua chiesa il 19/3/94. Questo impegno sociale è stato possibile, anche grazie a importanti Partnership nazionali e locali, con l’obiettivo di prendersi cura degli altri, di chi non può, di chi deve poter gustare gli attimi piacevoli della vita. Come della tradizione del " caffè sospeso" sono stati previsti anche l’iniziativa dei "biglietti sospesi", per garantire a coloro che hanno  difficoltà l'opportunità di visitare la mostra. Questa esperienza ci insegna che il protagonismo parte dai luoghi di lavoro e dai territori chiedendo al sindacato impegno e partecipazione, - così ha concluso Sabrina Brezzo”

 

 

 

 

 

Lug16

Giulio Romani (Fiba Cisl): “Abbiamo posto le condizioni per costruire qualcosa di nuovo e duraturo.”

Categoria: Notizie - FIBA

Giulio Romani (Fiba Cisl): “Abbiamo posto le condizioni per costruire qualcosa di nuovo e duraturo.”

“Siamo qui per realizzare insieme una nuova macchina organizzativa, un nuovo strumento per la rappresentanza dei lavoratori, più moderno, più dinamico, più flessibile, più efficiente, più specialistico, più rappresentativo.”

E’ quanto dichiarato dal segretario della Fiba Cisl, Giulio Romani, in occasione del Congresso straordinario della Fiba tenutosi a Montesilvano.  L’assemblea ha approvato il passaggio da Fiba Cisl a First Cisl. Un sindacato nuovo che nasce dalla fusione tra Fiba e Dircredito. L’unione consente la nascita dell’unica organizzazione sindacale in grado di rappresentare tutte le aree professionali del settore del credito oltre che i comparti assicurativi, esattoriale e delle authority.

E’ intervenuto il segretario nazionale della Cisl, Luigi Sbarra.  “La Cisl ha condiviso e sostenuto il percorso di unificazione, lo ha incoraggiato vedendo in un simile progetto il tassello del mosaico più grande rappresentato dal progetto di autoriforma della confederazione”

Romani ha concluso: “Il congresso può essere considerato un successo per il futuro dell’organizzazione: abbiamo posto le condizioni per costruire qualcosa di nuovo e duraturo. Sono orgoglioso del percorso fatto, consapevole che è indispensabile guardare avanti e che disponiamo delle energie e delle capacità necessarie per farlo.”

 

Giu03

Inaugurazione Museo del Diaologo e della Fiducia

Categoria: Notizie - FIBA

Inaugurazione Museo del Diaologo e della Fiducia

Il 3 giugno a Lampedusa, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e del Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, sarà inaugurato il Museo della Fiducia e del Dialogo per il Mediterraneo, un progetto ideato e realizzato da FIRST Social Life, l'associazione di promozione sociale fondata da FIBA Cisl nel 2010 e tuttora patrocinata dalla FIRST Cisl.
L'iniziativa è sostenuta da partners importanti, tra cui la Lega delle Cooperative e Credite Agricole. L'evento vedrà la realizzazione di una mostra, che durerà fino a novembre e che esporrà opere provenienti dal Museo degli Uffizi ("L'amorino dormiente" di Caravaggio), dal Museo del Bardo e da altri musei del Mediterraneo.
L'idea è quella di costruire un ponte di pace attraverso la condivisione di un patrimonio culturale che accomuna i popoli del mare nostrum, proprio a Lampedusa, isola simbolo del fenomeno migratorio e delle stragi del mare.
Per partecipare e per ogni informazione potete far riferimento alla FIRST Cisl.

 

 

La CISL AbruzzoMolise si sta adeguando al Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto