Coordinamento Giovani

Mar09

Incentivi giovani e Sud

Categoria: Notizie - Enti, Coordinamento Giovani

Incentivi giovani e Sud

Nel 2017 i datori di lavoro del settore privato che decideranno di assumere nuovo personale potranno usufruire di importanti agevolazioni: l’incentivo occupazione Giovani e l’incentivo occupazione Sud

L’incentivo “occupazione Giovani”, è destinato a tutti i disoccupati, su tutto il territorio nazionale, con età tra i 16 ed i 29 anni,  non inseriti in percorsi di studio o formazione ed iscritti al programma Garanzia Giovani.  Le tipologie contrattuali agevolate sono: Contratto a tempo indeterminato, Contratto a tempo determinato di almeno 6 mesi, Apprendistato professionalizzante, Contratti a tempo parziale, Soci lavoratori.

I rapporti di lavoro devono iniziare  nel corso del 2017.  I benefici saranno concessi fino ad un tetto  di 200 milioni di euro. Per le assunzioni con contratto a tempo indeterminato  le imprese  hanno diritto ad uno  sgravio  totale dei contributi previdenziali, con un tetto di 8.060 euro annui, per una durata massima di 12 mesi. Ma anche per le assunzioni con contratto a termine, di almeno 6 mesi, sono previste agevolazioni, anche se dimezzate:  lo sgravio è del 50% della contribuzione previdenziale ed il tetto si ferma a 4.030 euro su base annua.

L’incentivo Occupazione Sud, invece, riguarda tutti i datori di lavoro privati delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia che assumono a tempo indeterminato persone disoccupate: di età compresa tra i 15 e i 24 anni; lavoratori con almeno 25 anni, privi di impiego da almeno sei mesi:  in particolare, si tratta di coloro che:negli ultimi sei mesi non hanno prestato attività lavorativa riconducibile ad un rapporto di lavoro subordinato della durata di almeno sei mesi; negli ultimi sei mesi hanno svolto attività lavorativa in forma autonoma o parasubordinata dalla quale derivi un reddito inferiore al reddito annuale minimo personale escluso da imposizione.

Le  imprese  hanno diritto ad uno  sgravio  totale dei contributi previdenziali, con un tetto di 8.060 euro annui, per una durata massima di 12 mesi. L’incentivo è legato alla sede di lavoro in cui viene effettuata l’assunzione, a prescindere dalla residenza del lavoratore. Ma la dote finanziaria varia. Le Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) possono accedere a  500 milioni di euro, invece quelle in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna) a 30 milioni di euro.

            Sono agevolate le assunzioni con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, comprese quelle con contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere, anche se il rapporto di lavoro è a tempo parziale, compresi quelli che riguardano i soci lavoratori di cooperativa. Incentivate anche le trasformazioni di contratti da tempo determinato a tempo indeterminato; in tale ipotesi non è richiesto il requisito di disoccupazione.

Le domande di agevolazioni devono essere presentate, telematicamente, all’Inps.

Intere generazioni di giovani sono senza una prospettiva, stanno progressivamente allargando la fascia di popolazione povera. Una situazione drammatica dove gli incentivi e le agevolazioni per la creazione di nuovi rapporti di lavoro sono scelte positive per il mercato del lavoro giovanile. Ma, bisogna ripartire dalle politiche attive per il lavoro per garantire ai giovani una piena occupazione.

Feb28

Apprendistato offerta formativa

Categoria: Coordinamento Giovani

Apprendistato offerta formativa

È stato pubblicato sul sito http://www.abruzzolavoro.eu/tirocini-apprendistato/apprendistato/9509-2/ il Catalogo dell’Apprendistato Professionalizzante con tutte le proposte formative e relative opzioni di frequenza presentate dagli organismi di formazione per gli adempimenti formativi obbligatori a carico del lavoratore e del datore di lavoro.

(Nel  Catalogo sono elencati moduli formativi, sedi e calendario delle attività offerte dagli Organismi di formazione, che ne diventano i soggetti attuatori attraverso il sistema dei voucher.)

 

 Il Catalogo rappresenta un sistema innovativo e sperimentale dell’offerta formativa pubblica per l’acquisizione delle competenze di base e trasversali. Si applica unicamente nei confronti degli apprendisti assunti successivamente alla data di pubblicazione dello stesso “Catalogo”, il 25 febbraio 2017.

 

Un modello sperimentale per la formazione esterna in apprendistato professionalizzante che viene incontro alle esigenze dei giovani. La pubblicazione delle offerte formative inserite nel Catalogo fissa anche i  tempi e gli obblighi che dovranno assolvere la Regione, i Centri per l'impiego, i lavoratori, i datori e gli organismi di formazione.

(L’organizzazione didattica dei percorsi di apprendistato si articola in periodi di formazione interna, che si svolge sul posto di lavoro e formazione esterna, che si svolge presso l’organismo formativo.)

I nuovi apprendisti sono in questo modo obbligati a svolgere la formazione di base e trasversale scegliendo sul Catalogo, insieme ai datori di lavoro,  l'organismo di formazione con la relativa offerta formativa.  La scelta è naturalmente collegata all’organizzazione aziendale ed alla natura e tipologia del contratto di apprendistato.

Il giovane assunto ha due obblighi dopo l'assunzione come apprendista: una formazione interna di natura specialistica e tecnico- professionale a carico e a spese del datore di lavoro ed una formazione esterna e pubblica, per l’acquisizione delle competenze di base e trasversali, che deve far riferimento al Catalogo dell'offerta formativa e che viene finanziata e organizzata dalla Regione. La formazione per l’acquisizione di competenze di base e trasversali ha come oggetto le seguenti tematiche: Sicurezza sul luogo di lavoro; Organizzazione e qualità aziendale; Relazione e comunicazione nell’ambito lavorativo; Diritti e doveri del lavoratore e dell’impresa, legislazione del lavoro, contrattazione collettiva; Competenze di base e trasversali; Competenza digitale; Competenze sociali e civiche; Spirito di iniziativa e imprenditorialità; Elementi di base della professione/mestiere.

Al momento sono stati stanziati oltre 3 milioni di euro. L’attivazione del “Catalogo” è collegata alla disponibilità delle risorse economiche: rimane attivo o viene eventualmente riattivato solo in presenza di finanziamento.

Nell’avviso pubblico sono stati indicati anche i tempi di attivazione: dopo la comunicazione obbligatoria di avvenuta assunzione, la Regione ha 45 giorni per comunicare al datore di lavoro le modalità di svolgimento dell'offerta formativa; da questa comunicazione, a sua volta, il datore di lavoro e l’apprendista hanno 30 giorni per scegliere il modulo formativo sul catalogo. I termini si riducono a 7 giorni in caso di apprendistato professionalizzante stagionale.

La durata dell'offerta formativa pubblica, riferita al triennio è determinata sulla base del titolo di studio posseduto dall'apprendista al momento dell’assunzione ( n. 120 ore, per gli apprendisti privi di titolo, in possesso di licenza elementare e/o della sola licenza di scuola secondaria di I grado;  n. 80 ore, per gli apprendisti in possesso di diploma di scuola secondaria di II grado o di qualifica o diploma di istruzione e formazione professionale; n. 40 ore, per gli apprendisti in possesso di laurea o titolo equivalente), e si svolge in moduli formativi annuali della durata di 40 ore e l'assegno apprendistato viene liquidato dalla Regione direttamente all'ente formativo in nome e per conto dell'apprendista.

 

Per maggiori informazioni vi riportiamo i link utili

 

Sarà possibile richiedere chiarimenti al seguente indirizzo mail This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

 

Cordiali Saluti

 

                      Monica De Vito                                                     Maurizio Spina

Coordinamento GIOVANI CISL AbruzzoMolise          Segretario Generale CISL AbruzzoMolise

Dec21

SELFIEmployment

Categoria: Coordinamento Giovani

SELFIEmployment

l Fondo SELFIEmployment finanzia con prestiti a tasso zero l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da giovani NEET abruzzesi iscritti al programma Garanzia Giovani.
Il Fondo è gestito da Invitalia sotto la supervisione del Ministero del Lavoro ed è destinato a giovani fino a 29 anni.
I prestiti erogabili a valere sul Selfiemployment sono ripartiti in:
•    microcredito, da 5.000 a 25.000 euro
•    microcredito esteso, da 25.001 a 35.000 euro
•    piccoli prestiti, da 35.001 a 50.000 euro.
Si tratta di finanziamenti agevolati senza interessi e non assistiti da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma rimborsabili in massimo 7 anni con rate mensili posticipate che partono dopo sei mesi dalla concessione del prestito.
Chi ottiene le agevolazioni deve impegnarsi a realizzare gli investimenti entro 18 mesi dal perfezionamento del provvedimento di ammissione.
La domanda può essere inviata esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia e deve essere corredata da un business plan.
Invitalia valuta le domande, concede gli incentivi e verifica la realizzazione dei progetti finanziati. Offre inoltre un servizio di tutoraggio per accrescere le competenze imprenditoriali dei giovani e favorire lo sviluppo dell’attività.
Le spese ammissibili sono le seguenti:

Spese di investimento:
– l’acquisto di beni strumentali necessari per lo svolgimento dell’attività
– beni immateriali ad utilità pluriennale, ad eccezione di brevetti licenze e marchi ivi comprese fee di ingresso per le iniziative in franchising
– ristrutturazioni di immobili

Spese di gestione per l’avvio dell’attività:
– materie prime, materiali di consumo, semilavorati, prodotti finiti, utenze, canoni di locazione
– prestazioni di garanzie assicurative funzionali all’attività finanziata;
– personale dipendente e collaboratori Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda ed entro i 18 mesi dal perfezionamento del provvedimento.

Per presentare la domanda oltre ad essere provvisti di un kit di firma digitale, occorre allegare il business plan della propria idea imprenditoriale. A tala scopo la Regione Abruzzo, attraverso la Misura 7A del Par Abruzzo Garanzia Giovani, affidata ad Abruzzo Sviluppo, ha messo a disposizione dei giovani NEET un percorso gratuito di accompagnamento e orientamento che, attraverso una consulenza specialistica, li supporterà nella redazione del business plan e nell’accesso al credito, oltre che in tutto l’iter necessario per gli adempimenti burocratici.

Tale percorso (cui si accede attraverso l’avviso pubblico aperto fino al prossimo 15 marzo 2017), inoltre, dà diritto a 9 punti di premialità nella valutazione della domanda di finanziamento presentata da Invitalia.

Per maggiori informazioni Abruzzo Sviluppo ha istituito presso i propri uffici in Corso Vittorio Emanuele II, n.49 a Pescara lo YOUTH CORNER, uno sportello informativo dedicato ai giovani NEET destinatari della Misura 7. A, attivo nei seguenti giorni e orari:

Lunedì          10.00-12.00  – 15.00-17.00
Mercoledì   10.00-12.00  – 15.00-17.00
Giovedì        15.00-17.00
Venerdì       10.00-12.00

Negli stessi orari e giornate, l’operatore dello Youth Corner potrà essere contattato anche sul 800131723


                      Monica De Vito                                                     Maurizio Spina
Coordinamento GIOVANI CISL AbruzzoMolise          Segretario Generale CISL AbruzzoMolise

Dec20

“Rilancio dell’istruzione e formazione e sistema duale”

Categoria: Coordinamento Giovani

“Rilancio dell’istruzione e formazione e sistema duale”

la Regione Abruzzo finanzia 16 percorsi formativi triennali di istruzione e formazione.  
L’Avviso dal titolo “Rilancio dell’istruzione e formazione e sistema duale” da la possibilità ai giovani under 18 che hanno conseguito il diploma di scuola media e non vogliono proseguire in maniera esclusiva gli studi, di essere destinatari di un percorso che coniughi formazione professionale e istruzione in modo da garantire da un lato la possibilità che il giovane acquisisca competenze in campo lavorativo e dall’altro che acquisisca un titolo di studio di secondo grado.
L'Obiettivo è di riurre il fenomeno della dispersione scolastica.
L’attuale avviso finanzia 16 percorsi formativi triennali di istruzione e formazione professionale, prevedendo 4 progetti per ciascuna provincia.

Il percorso triennale permetterà al giovane di ottenere una qualifica altamente spendibile nel mercato del lavoro.  
Destinatari della formazione sono i giovani in età di obbligo d’istruzione di età inferiore a 18 anni che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria di primo grado.

Le candidature possono essere presentate da Organismi di formazione accreditati presso la Regione Abruzzo.

La dotazione finanziaria dell’avviso e circa 4,5 milioni di euro e ogni progetto potrà essere finanziato per un massimo di 280 mila euro circa.

Le candidature da parte degli Organi di formazione, che poi saranno gli interlocutori principali dei giovani che vogliono aderire al progetto, devono essere presentate sulla piattaforma informatica http://app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici/ entro le ore 12 del 13 gennaio 2017.


                      Monica De Vito                                                    
Coordinamento GIOVANI CISL AbruzzoMolise         

Nov24

“Botteghe di mestiere e dell’innovazione”

Categoria: Coordinamento Giovani

“Botteghe di mestiere e dell’innovazione”

È stato presentato l’avviso pubblico, di prossima emanazione, per partecipare alle cosiddette “Botteghe di mestiere e dell’innovazione”.

La Regione Abruzzo ha destinato a questa iniziativa nazionale un milione di euro della programmazione Fse 2014-2020 che consentono di finanziare quelle botteghe che sono state dichiarate ammissibili nella graduatoria gestita da Italia Lavoro, ma non finanziabili per esaurimento dei fondi.

L’avviso si rivolge ai disoccupati con meno di 35 anni per i quali si apre la possibilità di svolgere tirocini formativi di 6 mesi retribuiti con 500 euro mensili. I tirocini si svolgeranno in aziende o in laboratori artigianali a stretto contatto con un Tutor, per crescere, formarsi e imparare un mestiere.

In Abruzzo sono state individuate 17 Botteghe di Mestiere; ogni bottega è costituita da un raggruppamento di aziende, che ospitano i tirocini, e un soggetto promotore. In tutto le aziende interessate sono 125, mentre i posti a disposizione per i tirocini sono 165. I settori in cui operano le aziende sono quelli dell’agroalimentare, enogastronomia e ristorazione; abbigliamento e moda; meccanico; grande distribuzione; artigianato artistico; legno e arredocasa.

L’apertura del bando per gli aspiranti tirocinanti under 35 è prevista per l’inizio di dicembre.

 

            Monica De Vito                                                     Maurizio Spina

Coordinamento GIOVANI CISL AbruzzoMolise          Segretario Generale CISL AbruzzoMolise

Nov14

Garanzia Over

Categoria: Coordinamento Giovani

Garanzia Over

È stato pubblicato dalla Regione Abruzzo l’Avviso Garanzia Over, finalizzato ad incentivare l’assunzione a tempo indeterminato di disoccupati con più di 30 anni di età.  

L’intervento, previsto nel Patto per lo Sviluppo sottoscritto da Regione Abruzzo e Parti Sociali, si pone come obiettivo principale quello di  facilitare l’assunzione a tempo indeterminato di disoccupati abruzzesi con più di 30 anni di età, con particolare riguardo a donne e over 50 e a quanti vivono nelle aree interne e di crisi.

Garanzia Over vuole agevolare l’assunzione stabile di quanti sono esclusi da altre politiche del lavoro, ad esempio Garanzia Giovani. Si rivolge infatti a chi ha almeno 30 anni ed è in stato di disoccupazione. Non ci sono limiti di età massimi, anzi la Regione incentiva con più forza le assunzioni di over 50, dal momento che si tratta di un target difficile da collocare sul mercato in qualunque territorio del Paese. E viene dato maggiore peso alle assunzioni in favore di donne, per cercare di ridurre il divario con gli uomini in tema di partecipazione attiva al mercato del lavoro.

Sono previste due linee di intervento:

  • incentivi alle imprese che assumono, variabili dai 6 ai 12 mila euro (più peso a donne e over 50).
  • tirocini formativi extracurriculari di 6 mesi rimborsati all’impresa dalla Regione, ma solo se finalizzati all’assunzione. In pratica è l’impresa che paga al disoccupato l’indennità mensile prevista dalla normativa sui tirocini di 600 euro al mese; se però il tirocinio, dopo i 6 mesi, si trasforma in contratto a tempo indeterminato, la Regione rimborsa all’azienda le sei mensilità (3.600 euro).

 

La selezione dei lavoratori potrà essere curata direttamente dall’impresa, on line, attraverso una piattaforma telematica messa a disposizione dalla Regione Abruzzo. Potranno occuparsi dell’assunzione anche i Centri per l’Impiego pubblici e Agenzie private per il Lavoro accreditate da Regione Abruzzo.

In Garanzia Over la Regione investe oltre 4,7 Milioni di Euro del Fondo Sociale Europeo. Di questi, quasi 3,2 milioni sono finalizzati all’assunzione di disoccupati residenti nelle Aree interne e nelle Aree di crisi complessa e non complessa.

L’avviso non ha una scadenza, è un’opportunità sempre aperta per le imprese; le misure sono attive fino ad esaurimento delle risorse finanziarie.

I disoccupati potranno inserire il loro CV a partire dal 25 novembre nella piattaforma telematica di Regione Abruzzo Borsa Lavoro.

I  datori di lavoro interessati ad assumere potranno inviare domanda a partire dal 5 dicembre utilizzando la piattaforma dedicata app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici.

La domanda si presenta solo on line.

Viene riconosciuta una priorità alle imprese che avranno aderito in modo avanzato alla Carta di Pescara, nella direzione dell’industria sostenibile.


Per saperne di più vi riportiamo il link dell’avviso con tutta la documentazione

http://www.abruzzolavoro.eu/avviso-garanzia-over-abruzzo/

 

                      Monica De Vito                                                     Maurizio Spina

Coordinamento GIOVANI CISL AbruzzoMolise          Segretario Generale CISL AbruzzoMolise

 

 

 

 

 

Nov14

Giovani imprenditori in Abruzzo

Categoria: Coordinamento Giovani

Giovani imprenditori in Abruzzo

Il Cresa ha pubblicato un rapporto sui Giovani imprenditori in Abruzzo.
Da gennaio a settembre 2016 in Abruzzo 7 giovani al giorno hanno aperto nuove imprese.    Nel corso dei primi nove mesi del 2016 in Abruzzo ogni giorno sono state aperte 7 nuove imprese da giovani di età inferiore a 35 anni. È quanto emerge dalle elaborazioni che il Cresa ha svolto sulla base degli ultimi dati forniti da Infocamere-Stockview, la banca dati delle Camere di Commercio.
In totale da gennaio a settembre 2016 essi hanno aperto 1.911 nuove imprese, mentre nello stesso periodo le imprese di giovani che hanno chiuso i battenti sono state 1.021 (incluse le cessazioni d’ufficio), producendo quindi un saldo positivo di 890 unità. Considerando che le imprese giovanili costituiscono il 29,0% delle nuove aperture e il 15,5% delle chiusure, sembra che esse contribuiscano in maniera considerevole e positiva alla dinamica imprenditoriale regionale.
Come accade in Italia, tra le imprese giovanili abruzzesi prevalgono quelle che svolgono attività di tipo tradizionale, quali commercio (31,6% rispetto al 31,7% italiano), costruzioni (13,9% rispetto al 15,6% nazionale), alloggio e ristorazione (12,2% poco superiore al 10,9% italiano), agricoltura (8,9% poco minore del 9,6% nazionale) e attività manifatturiere (7,4% rispetto a 6,3% italiano), mentre sono meno diffuse le attività ad alto valore aggiunto quali servizi di informazione e comunicazione (2,4% allineato al valore nazionale), attività professionali, scientifiche e tecniche (2,8% quasi allineato al 2,9% italiano) e attività finanziarie e assicurative (2,5% poco inferiore al 2,9% nazionale). Riguardo alla tipologia giuridica le imprese giovanili abruzzesi sono costituite principalmente come imprese individuali (74,8%) così come accade in Italia (76,9%) e in parte molto minore come società di capitali (16,2% rispetto al 14,6% italiano) e come società di persone (7,6% rispetto al 6,8% nazionale). A livello provinciale emerge Chieti dove il peso delle imprese individuali (77,1%) è maggiore della media regionale al contrario delle altre dove, invece, risulta maggiore della media regionale il peso delle società di capitali e di persone.

 

 

 

 

 

Sep29

Iniziativa “30+”

Categoria: Coordinamento Giovani

Iniziativa “30+”

Sono state pubblicate le graduatorie definitive del bando 30+ per l’assunzione diretta o per l’attivazione di tirocini extracurriculari a favore dei disoccupati fino a 35 anni.

Come è noto, il bando aveva due linee di intervento: Linea “A “tirocini formativi extracurriculari”; Linea B “incentivi all’assunzione”. Secondo la procedura di selezione le aziende indicate nella graduatorie saranno destinatarie di una comunicazione ufficiale da parte della Regione ed, entro 10 giorni dal ricevimento della comunicazione, sono obbligate ad attivare il progetto di tirocinio, nel caso della linea A, oppure di assunzione se inserite nella linea B.

Nel caso dei “tirocini formativi extracurriculari”, le imprese coinvolte nel programma e la Regione, – attraverso i Centri per l’impiego di riferimento, – procederanno alla sottoscrizione della Convenzione prevista dalle norme e all’avvio dell’esperienza di tirocinio di 6 mesi. L’indennità del tirocinio verrà corrisposto al giovane dall’azienda ospitante, che verrà rimborsata direttamente dalla Regione.

Invece, nel caso degli “incentivi all’assunzione”, le aziende dovranno presentare la documentazione prevista in Avviso e procedere all’assunzione. La Regione erogherà  l’incentivo previsto in Avviso e riconosciuto al datore di lavoro nella misura del 50%. Il restante 50% verrà erogato dopo il 24esimo mese di lavoro.

Tutta la documentazione sull’ Iniziativa “30+” è disponibile sul sito http://www.abruzzolavoro.eu/progetto-30-le-graduatorie-definitive/

 

                      Monica De Vito                                                     

Coordinamento GIOVANI CISL AbruzzoMolise          

 

 

 

 

Sep09

Imprese under 35 nel secondo trimestre 2016

Categoria: Coordinamento Giovani

Imprese under 35 nel secondo trimestre 2016

Unioncamere ha pubblicato il rapporto sulle imprese under 35 nel secondo trimestre 2016.

Si conferma anche nel periodo aprile - giugno 2016 la vocazione imprenditoriale dei giovani sotto i 35 anni.  Commercio, ristorazione, servizi, costruzioni, agricoltura e poi l’industria  manifatturiera: sono queste le attività che attirano di più i giovani imprenditori.

31 mila sono le nuove imprese giovani, il 31,6% del totale di tutte le nuove imprese  iscritte  nei Registri delle Camere di Commercio, a fronte di 10 mila imprese giovani cessate, il 17,4% del totale.

Un bilancio nettamente positivo, che supera le 20 mila unità ed è pari al 54,1% del saldo complessivo delle imprese italiane.

In sostanza i giovani under 35 hanno voglia d’impresa e riescono a mettere in piedi aziende  più stabili e resistenti rispetto a tutte le altre. L’alta natalità e la bassa mortalità delle loro aziende producono un effetto sorprendente:  il saldo complessivo, cioè quel che resta tra imprese che nascono ed imprese che muoiono, rivela che finalmente l’attività imprenditoriale torna decisamente a crescere, ed il merito è soprattutto dei giovani, visto che una nuova impresa su due nasce per iniziativa degli under 35.

Le imprese giovani.  E’ il mezzogiorno, questa volta, a distinguersi nettamente, in modo positivo, rispetto al centro ed al nord del paese.  Le imprese giovani crescono soprattutto al sud, con un saldo di 8.366 unità, oltre il 40% di tutte le imprese under 35.

Tuttavia, nel meridione ci sono regioni che crescono più delle altre.  Tra queste c’è il  Molise, che  registra una grande vitalità dei giovani imprenditori; è grazie al loro impulso che il saldo delle imprese giovani è molto alto, ed arriva a sfiorare il 60% del totale.

Sul fronte opposto c’è l’Abruzzo, dove il saldo delle imprese di under 35, pur positivo,  è pari al 48,1% del totale, inferiore alla media nazionale.

 

Le province.   In assoluto, una delle province a maggior vocazione giovanile è Isernia, dove  i giovani imprenditori attualmente rappresentano il 13% del totale, contro il 9,6% della media nazionale.  Anche Campobasso, con il 10,1 conferma la vitalità della regione Molise.

In  Abruzzo la distanza tra territori è meno marcata: sono  sopra la media nazionale  L’Aquila  (10,5%),  Pescara (10,1%) e Teramo (9,9%). Sorprende invece Chieti, la provincia con il più importante sistema industriale, che registra solo l’8,3% di imprese guidate da giovani.

 

Monica De Vito - Maurizio Spina

Coordinamento Giovani CISL AbruzzoMolise- Segretario Generale CISL AbruzzoMolise

 

 

Sep05

Bonus cultura - L’incentivo destinato ai ragazzi neo diciottenni

Categoria: Coordinamento Giovani

Bonus cultura - L’incentivo destinato ai ragazzi neo diciottenni

Nel mese di settembre sarà attivo il “Bonus Cultura”, previsto dal Decreto Legge sulla Scuola. L’incentivo, pari a 500 euro, consentirà ai ragazzi, che compiono 18 anni nel 2016, di acquistare, attraverso l’applicazione “18app”, libri (non solo scolastici), ingressi a musei, aree archeologiche, biglietti per cinema, teatri, mostre, concerti, fiere, parchi naturali ed eventi. Le indicazioni su come ottenere il bonus sono fornite online.  

C’è una piattaforma digitale, che verrà attivata nei prossimi giorni, alla quale bisogna registrarsi: una volta forniti i dati richiesti, basterà scaricare l’app e consultare le offerte che saranno generati in maniera automatica e i ragazzi potranno conoscere quali sono gli eventi e le strutture che aderiscono all’iniziativa, e decidere di partecipare o meno alle iniziative proposte all’interno del circuito.

Innanzitutto occorre registrarsi presso uno qualsiasi dei gestori di identità digitale. Si può scegliere tra cinque diversi identity provider: Poste, Sielte, Infocert, Aruba e Tim. Con le credenziali ottenute, si può richiedere il proprio Spid (Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale). Solo attraverso lo Spid, è possibile usufruire dei servizi online della Pubblica Amministrazione.  

Dopo la registrazione allo Spid, e dal 15 settembre, tutti i diciottenni potranno scaricare “18app”, l’applicazione che permette di ottenere il bonus. E’ necessario andare sui siti www.18app.itwww.diciottapp.it,  inserire i propri dati e, solo dopo la registrazione, si potrà accedere al bonus.

Tutti i nati nel 1998 potranno spendere i 500 euro entro il 31 dicembre 2017, come è stato dichiarato dal Governo.  Il bonus cultura di 500 euro è stato esteso anche ai 18enni immigrati, in possesso di regolare permesso di soggiorno.

 

                      Monica De Vito                                                     Maurizio Spina

Coordinamento Giovani CISL AbruzzoMolise              Segretario Generale CISL AbruzzoMolise

 

Sep02

“Pacchetto Giovani” a favore di agricoltori abruzzesi under 40

Categoria: Coordinamento Giovani

“Pacchetto Giovani” a favore di agricoltori abruzzesi under 40

è stato prorogato al 15 settembre 2016 il termine ultimo per la presentazione della domanda del bando “Pacchetto Giovani” a favore di agricoltori abruzzesi under 40.

Sono stati destinati ventuno milioni di euro a favore dei giovani agricoltori under 40, a cui si aggiunge un dotazione finanziaria di 7 milioni per i piani di investimento aziendale. Il bando dal titolo “pacchetto giovani” è stato pubblicato il 5 maggio ed è collegato al Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020.

In Abruzzo l’eta’ media degli imprenditori agricoli e’ di 64 anni.

L' obiettivo del programma è di coinvolgere, al termine della programmazione, quasi mille nuovi giovani nel comparto agricolo.

 

I giovani che presenteranno domanda potranno usufruire di un premio per lo start-up di impresa di 50 mila euro, che sale a 60 mila euro per chi opera in area svantaggiata, a cui si aggiunge un contributo in conto capitale per gli investimenti di ammodernamento aziendale, variabile dal 40 al 60% della spesa ammissibile, e per un importo massimo di 30 mila euro.

Saranno premiate le nuove aziende che investiranno su certificazioni delle produzioni rientrati in regimi di qualità’ o le migliori idee imprenditoriali, che prevedono investimenti aziendali mirati alla trasformazione e commercializzazione dei prodotti, orientati alla vendita diretta, anche attraverso i canali commerciali della e-commerce.

 

Vi riportiamo il link del bando e della proroga, dove troverete tutta la documentazione

 

 Monica De Vito - Maurizio Spina

Coordinamento Giovani CISL AbruzzoMolise- Segretario Generale CISL AbruzzoMolise

 

Lug08

Bando per due Borse di Studio in memoria di Carla Passalacqua

Categoria: Coordinamento Giovani

Bando per due Borse di Studio in memoria di Carla Passalacqua

La Cisl ha istituito due borse di studio di 5.000 euro in memoria di Carla Passalacqua, dirigente nazionale della scuola e  del Coordinamento donne.

 Il bando, presentato in occasione dell'iniziativa organizzata dalla Cisl '“Idee per l’altra metà di domani” sui diritti civili, diritti sociali e contrattazione di genere", offre a due giovani l’opportunità  di impegnarsi in un progetto di ricerca sulle conquiste delle donne in materia di diritti del lavoro, tutela della maternità, rappresentanza e pari opportunità.

I destinatari delle due borse di studio sono giovani iscritti/e alla Cisl o i/le figli/figlie di iscritti alla Cisl, compresi gli stranieri non appartenenti a Stati Ue, regolarmente soggiornanti in Italia, laureandi o laureati (Laurea Triennale e/o Laurea Specialistica) in uno dei seguenti corsi di laurea: Giurisprudenza, Sociologia, Scienze Politiche, Economia, Psicologia, Lettere e Filosofia, Scienze della Comunicazione, di una qualsiasi Università, pubblica o privata, del nostro Paese. I candidati alla data della scadenza del Bando dovranno aver compiuto 20 anni e non aver superato i 30 anni di età.

I borsisti durante il periodo di ricerca avranno come punto di riferimento il Centro Studi Nazionale della Cisl e il supporto degli archivi delle strutture Cisl dove Carla Passalacqua ha svolto la sua attività.

Il termine ultimo per la presentazione della domanda di partecipazione è il 30 settembre 2016.

 

          Monica De Vito                      Margherita Lancia                     Maurizio Spina

Coordinamento GIOVANI CISL AbruzzoMolise        Coordinamento Donne CISL AbruzzoMolise      Segretario Generale CISL AbruzzoMolise

May06

Bando“pacchetto giovani” agricoltori

Categoria: Coordinamento Giovani

Bando“pacchetto giovani” agricoltori

In Abruzzo sono stati destinati ventuno milioni di euro a favore dei giovani agricoltori under 40.
Il bando dal titolo “pacchetto giovani” è stato pubblicato il 5 maggio ed è collegato al Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020.
In Abruzzo l’eta’ media degli imprenditori agricoli e’ di 64 anni.
L' obiettivo del programma è di coinvolgere, al termine della programmazione, quasi mille nuovi giovani nel comparto agricolo.

 La dotazione finanziaria messa a disposizione e’ di 14 milioni di euro, per avviare una nuova azienda agricola, a cui si aggiunge un dotazione finanziaria di 7 milioni per i piani di investimento aziendale. I giovani che presenteranno domanda potranno usufruire di un premio per lo start-up di impresa di 50 mila euro, che sale a 60 mila euro per chi opera in area svantaggiata, a cui si aggiunge un contributo in conto capitale per gli investimenti di ammodernamento aziendale, variabile dal 40 al 60% della spesa ammissibile, e per un importo massimo di 30 mila euro.

Saranno premiate le nuove aziende che investiranno su certificazioni delle produzioni rientrati in regimi di qualità’ o le migliori idee imprenditoriali, che prevedono investimenti aziendali mirati alla trasformazione e commercializzazione dei prodotti, orientati alla vendita diretta, anche attraverso i canali commerciali della e-commerce.

Vi riportiamo il link del bando, dove troverete tutta la documentazione : http://www.regione.abruzzo.it/agricoltura/index.asp?modello=avvisoSing&servizio=LEE&stileDiv=sequence&b=avviso696&tom=696


Monica De Vito - Maurizio Spina
Coordinamento Giovani CISL AbruzzoMolise- Segretario Generale CISL AbruzzoMolise

Mar21

Iniziativa “30+”

Categoria: Coordinamento Giovani

Iniziativa “30+”

la regione Abruzzo ha approvato l’iniziativa “30+”, per agevolare l’ingresso nel mercato del lavoro i giovani.

I destinatari dell’intervento sono giovani under 35 anni, non iscritti al Programma Garanzia Giovani. 

Saranno scelti con priorità i ragazzi che vivono nei Comuni ricadenti nelle così dette aree di crisi o nelle aree interne o nelle aree territoriali interessate dagli Aiuti a finalità regionale.

I requisiti per accedere al programma:

  • età compresa tra i 18 ed i 35 anni non compiuti (34 anni e 364 giorni);
  • essere residenti e domiciliati in uno dei Comuni abruzzesi, con priorità per i Comuni ricadenti nelle così dette aree di crisi o nelle aree interne o nelle aree territoriali interessate dagli Aiuti a finalità regionale;
  • essere diplomati o laureati;
  • essere disoccupati da almeno sei mesi.

Sarà riservata una priorità per i giovani 30- 34enni (35 anni non compiuti) nonché una premialità per le donne concretizzata in un incentivo all’assunzione più marcato.

Nel programma sono previste 2 linee di intervento:

  • realizzazione di esperienze di tirocinio formativo extracurriculare di 6 mesi, durata che negli anni ha dimostrato più alto impatto occupazionale;
  • incentivazioni all’assunzione con contratto di lavoro a tempo indeterminato, cumulabili con analoghe iniziative nazionali.

Vi riportiamo il link dove scaricare tutto il materiale del bando: http://www.abruzzolavoro.eu/piano-integrato-giovani-avviso-30/

 

 

                     Monica De Vito                                                   Maurizio Spina

Coordinamento GIOVANI CISL AbruzzoMolise        Segretario Generale CISL AbruzzoMolise

 

                          

          

           

Feb25

Giulio Regeni

Categoria: Coordinamento Giovani

Giulio Regeni

La CISL  ha aderito alla campagna promossa da Amnesty International a favore di Giulio Regeni, per non permettere che il suo assassinio possa essere dimenticato e per chiederne la verità.
La campagna, di cui trovate maggiori informazioni nel sito [ http://www.amnesty.it/egitto-Verita-per-Giulio-Regeni ]http://www.amnesty.it/egitto-Verita-per-Giulio-Regeni , vuole mantenere alta la visibilità sul caso del giovane ricercatore italiano barbaramente ucciso a Il Cairo. La famiglia e l’Italia hanno il diritto di conoscere la verità dalle autorità egiziane sulla sua morte.

Giulio Regeni poteva essere uno di noi, figlio di ognuno di noi. La Cisl fin dall'inizio di questa tragica vicenda è stata vicina alla famiglia ed anche oggi è tornata a chiedere con forza di dare un nome ai responsabili di un così efferato delitto. Noi non ci fermeremo fino a quando non sarà stata fatta chiarezza e non si saranno affidati i colpevoli alla giustizia. Non vogliamo verità di comodo ma una verità certa, solo così, infatti, potremo dare giustizia ad un giovane che viveva ed operava per la ricerca libera ed in nome della democrazia e dei diritti sindacali.
La CISL ha partecipato al sit-in che Amnesty International Italia ha organizzato, ad un mese dal rapimento di Regeni, per oggi pomeriggio, di fronte l’ambasciata egiziana a Roma per esprimere il sostegno e la solidarietà alla famiglia.

 

[12  >>  
Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie. Piu informazioni. Accetto i cookies da questo sito. Accetto